Mercoledì 06 Giugno 2012

Scomparso da giorni in Valle Camonica
Ritrovato a Clusone Franco Gaudiano

Si è conclusa nel tardo pomeriggio di martedì 5 giugno nei dintorni di Clusone la «caccia all'uomo» che da qualche giorno teneva impegnati volontari e forze dell'ordine della valle Camonica: giovedì scorso, a Darfo Boario Terme, non era più tornato a casa Franco Gaudiano, un cinquantaduenne di origini milanese ma da tempo residente in provincia di Brescia e appassionato studioso di incisioni rupestri, che era stato visto per l'ultima volta in giro a piedi nella zona del lago Moro, lo specchio d'acqua stretto fra Darfo e Angolo Terme e collocato ai piedi del monte Pora, sotto la frazione Monti di Rogno.

Le ricerche hanno coinvolto per tre giorni consecutivi un centinaio di persone ma lunedì erano state sospese perché non avevano dato nessun esito. Martedì è arrivata la svolta quando nella zona del lago Moro sono stati ritrovati gli oggetti personali di Gaudiano: un borsello e un quaderno di appunti. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbero stati ritrovati nascosti in una buca collocata in un'area già ampiamente battuta anche con i cani molecolari. Poco dopo, nei boschi che circondano Clusone, e che probabilmente sono quelli collocati tra il monte Pora e l'altipiano seriano, un uomo ha chiesto aiuto ad alcuni motociclisti che hanno allertato il 112.

Una pattuglia dei carabinieri ha raggiunto la zona da cui era partito l'allarme ma l'uomo che aveva chiesto aiuto non voleva dire chi fosse. Portato in caserma, Gaudiano è stato riconosciuto grazie alle foto segnaletiche delle persone scomparse contenute nei database dei carabinieri. I militari hanno quindi avvertito del ritrovamento i colleghi della compagnia di Breno che hanno così potuto portare la buona notizia ai familiari del 52enne di Darfo. Gaudiano avrà ora tutto il tempo per spiegare ai suoi cari che cosa ha fatto in questi giorni e il motivo del suo allontanamento.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata