Giovedì 05 Luglio 2012

L'assalto all'Agenzia delle Entrate
Martinelli patteggia 3 anni di pena

Tre anni. La richiesta di patteggiamento avanzata dal legale di Luigi Martinelli d'accordo con il pm Franco Bettini al gip Giovanni Petillo è stata accolta. La domanda era stata depositata al pm dall'avvocato Giuliano Leuzzi il 14 giugno scorso, una settimana prima della concessione degli arresti domiciliari all'imprenditore cinquantaquattrenne di Calcio.

 Anche lo stesso pm titolare del caso ha ritenuto congrua la proposta e l'ha sottoscritta prima di inoltrarla al gip Petillo. La prima richiesta, quella degli arresti domiciliari, era stata accolta positivamente dal giudice per le indagini preliminari, forse proprio all'interno di un preciso disegno nel quale è stata inserita anche la richiesta di patteggiamento.

Luigi Martinelli - come si ricorderà - era stato protagonista di una movimentata serata alla Agenzia delle Entrate di Romano, tenendo in scacco le forze dell'ordine per diverse ore. Il vice brigadiere Roberto Lorini era pioi riuscito a gestire e a portare a termine, senza feriti, il sequestro messo in atto dall'imprenditore di Calcio il 3 maggio.

e.roncalli

© riproduzione riservata