Domenica 30 Settembre 2012

Il muro della scuola Legrenzi
già imbrattato 12 ore dopo i lavori

Non hanno avuto nemmeno il tempo di ammirare il risultato della ritinteggiatura del muro di cinta della scuola dell'infanzia Tito Legrenzi. Meno di dodici ore dopo la fine dei lavori, le suore sacramentine hanno trovato metà di quella parete, circa 22 metri nella parte che si affaccia su via Corridoni, imbrattata a scacchi neri e azzurri.

Ora la direttrice della scuola, suor Elisabetta Zappella, ha preso carta e penna e scritto al sindaco di Bergamo Franco Tentorio: «Vogliamo condividere con lei la nostra indignazione. Il danno economico a nostro carico è considerevole; ma quello al decoro della città è ancora più grave, tanto più che questo muro si trova, visibilissimo, proprio all'ingresso del territorio cittadino per chi viene dalla Val Seriana».

La direttrice ricorda che «all'interno di questo perimetro sta la casa delle suore, ma anche una scuola dell'infanzia paritaria che offre un servizio pubblico alle famiglie del quartiere; forse è frequentata anche dai figli dei responsabili di questo atto di vandalismo» e invita «il Comune a interpellare il tifo organizzato nerazzurro, senz'altro responsabile del fatto vista l'ampiezza del muro rovinato, affinché ripari il danno fatto, a beneficio dell'immagine della città e dell'esempio che come adulti dobbiamo dare ai nostri figli».

Tutto ciò avviene in un quartiere che deve fare i conti anche con il traffico e il parcheggio selvaggio a ogni partita casalinga della squadra nerazzurra. Problemi che si sono acuiti con l'inaugurazione della Ztl temporanea, inaugurata domenica scorsa e che sarà riproposta oggi, in occasione dell'incontro fra l'Atalanta e il Torino.

Leggi di più su L'Eco di domenica 30 settembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata