Domenica 06 Gennaio 2013

Il vescovo Beschi celebra l'Epifania
«Esprime l'amore di Dio per l'uomo»

«L'Epifania è la manifestazione dell'amore di Dio a tutti i popoli e a tutti gli uomini. Questa è la missione dei cristiani nel nostro tempo. La festa dell'Epifania è una festa missionaria non tanto perché si accresca il numero dei cristiani, ma per far scoprire la meraviglia di Dio». Sono queste le parole del vescovo Francesco Beschi, che nella mattinata del 6 gennaio ha presieduto una solenne Concelebrazione eucaristica in Cattedrale per la solennità dell'Epifania, che fa memoria dell'arrivo dei Magi alla grotta di Betlemme.

«I Magi — ha detto il vescovo durante l'omelia — rappresentano in ogni epoca i cercatori di Dio, i cercatori per chi fatica a credere, i cercatori per chi è in ricerca della fede e per chi la fede è soltanto un sereno possesso. I Magi rappresentano la sincera ricerca di Dio, ma anche l'esito di questa ricerca, quando riconoscono nel Bimbo il Re, colui che apre alla salvezza e alla speranza tutti i popoli. Nell'Epifania si manifesta l'umiltà di Dio nel Bimbo di Betlemme. È una umiltà che sconcerta, ci sorprende, ci supera».

Insieme al vescovo hanno concelebrato, fra gli altri, il Vicario generale monsignor Davide Pelucchi e il parroco del Duomo monsignor Giuseppe Sala.

Carmelo Epis

fa.tinaglia

© riproduzione riservata