Meno incidenti, più patenti ritirate
2012 da medaglia per la polstrada

Tempo di bilanci per la polizia stradale di Bergamo: nel 2012 si sono verificati meno incidenti, più ore di controllo con il tutor ed un prestigioso riconoscimento al lavoro svolto nel 2012, la medaglia d'oro al valore civile.

Meno incidenti, più patenti ritirate 2012 da medaglia per la polstrada

Tempo di bilanci per la polizia stradale di Bergamo: nel 2012 si sono verificati meno incidenti, più ore di controllo con il tutor ed un prestigioso riconoscimento al lavoro svolto nel 2012, la medaglia d'oro al valore civile, che il Capo dello Stato ha voluto conferire per la dedizione ed il soccorso prestati dal personale della Polizia Stradale in occasione delle eccezionali nevicate d'inizio anno.

Nel corso dell'anno 2012 la polizia stradale di Bergamo, distaccamento di Treviglio e Sottosezione di Seriate, sulle strade della bergamasca, compreso il tratto autostradale dell'A4 fra Viale Certosa e il casello di Brescia Est, ha effettuato 4.629 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 3.230 in autostrada e 1.960 sulla viabilità ordinaria. L'attività di vigilanza stradale è stata svolta sulle arterie di competenza per la tutela della circolazione stradale ed il controllo del territorio al fine di garantire la sicurezza pubblica, in concorso con le altre forze di Polizia presenti nella provincia.

Nell'anno 2012 è stato riscontrato un decremento del dato infortunistico complessivo rispetto all'anno 2011 in quanto sono stati rilevati, nell'ambito del territorio bergamasco, (autostrada e viabilità ordinaria) 1.161 incidenti (-10,14% rispetto al 2011, dato non esaustivo in quanto non comprende gli incidenti rilevati da Arma dei CC e Polizie Locali). In particolare, si sottolinea che il decremento dell'incidentalità ha interessato soprattutto l'ambito autostradale.

Decisivo per il trend positivo è stato sicuramente il potenziamento dell'attività di controllo della velocità media attraverso il tutor. Tale sistema di controllo della velocità in autostrada ha cambiato le abitudini degli utenti sulle autostrade ove è presente, consentendo un abbattimento del numero degli incidenti. Sempre per contrastare l'incidentalità sulle strade, sono stati potenziati i controlli contro la guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti: 12.532 i conducenti controllati con etilometri e precursori, con 561 sanzionati per guida sotto l'influenza dell'alcol e 35 per guida sotto l'effetto di droga, 39 sono stati i veicoli confiscati per guida in stato di ebbrezza alcolica e per guida sotto l'effetto di droga. In totale nel 2012 sono state ritirate 228 patenti, nel 2011 erano state 154.

L'obiettivo dell'abbattimento dell'incidentalità stradale è stato raggiunto anche attraverso i servizi mirati per il contrasto dei comportamenti a rischio legati al fenomeno delle cosiddette «stragi del sabato sera» attraverso l'impiego di pattuglie nelle notti di sabato e domenica finalizzato al controllo delle condizioni psico-fisiche dei conducenti. Nel 2012 sono stati attivati nei fine settimana 119 posti di controllo. Nel corso dei servizi sono state controllate complessivamente 1.356 persone di cui 1.077 uomini e 279 donne. Sono risultati positivi ai controlli 228 conducenti il 16,8% dei controllati di cui 17,9% uomini e 12,5% donne. 

È ancora la prevenzione della sicurezza sulle strade, oltre a quella del conducente – lavoratore, il motivo del potenziamento dei controlli al trasporto professionale attuato dalla polstrada: sono stati controllati 1.471 veicoli pesanti di cui 150 stranieri e 1.321 italiani, 2.759 le infrazioni accertate. Attraverso il controllo del territorio, sono state accertate circa 41.479 infrazioni, di cui 19.305 per eccesso di velocità. Con riferimento alle violazioni comportamentali che hanno maggiore impatto, il superamento dei limiti di velocità, la guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

Di interesse in ambito provinciale sono stati 11 i controlli per il contrasto dell'abusivismo nel settore dell'autotrasporto effettuati presso 11 aziende aventi sede nella provincia di Bergamo unitamente a personale dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Direzione Provinciale del Lavoro. Da questi controlli sono emerse diverse sanzioni, tra cui la sospensione di 2 attività aziendale per irregolarità di assunzione. I controlli relativi al trasporto di animali vivi in collaborazione con medici veterinari operanti nell'Asl della provincia di Bergamo sono stati 23.

L'attività connessa all'infortunistica stradale è stata determinata dal rilievo complessivo di 1.161 sinistri stradali, dei quali 495 con soli danni, 642 con lesioni (1.116 persone ferite) e 24 con esito mortale (27 persone decedute). I soli incidenti rilevati in ambito autostradale sono stati 609, dei quali 351 con soli danni, 252 con lesioni (507 persone ferite) e 6 con esito mortale (7 persone decedute). Nell'anno 2011 furono complessivamente 658, dei quali 413 con soli danni, 237 con lesioni (478 persone ferite)e 8 con esito mortale (13 persone decedute). Il dato dell'Autostrada A4 è esaustivo in quanto la Polizia Stradale è l'unica Forza di polizia competente nei tratti autostradali.
Il rilievo di incidenti stradali connessi all'attività di prevenzione delle stragi del sabato sera è di 38 incidenti, dei quali 19 con lesioni (42 persone ferite), 2 con esito mortale (4 persone decedute) e 17 con soli danni.

La polizia stradale svolge anche attività di polizia giudiziaria, originate da indagini o controlli sul territorio relative al settore automobilistico: sono 1.335 i reati perseguiti; 53 le persone arrestate e 977 le persone denunciate in stato di libertà per reati vari e 85.262 grammi di sostanze stupefacenti sequestrate. Ma i numeri non finiscono qui: 46 gli esercizi pubblici commerciali controllati (officine- demolitori – carrozzerie - agenzie pratiche automobilistiche), 59 documenti falsi sequestrati, 64 veicoli sequestrati, 76 veicoli rinvenuti compendio di furto, nem 800 mila euro di merce sequestrata con 1.930 confezioni di profumi vari sequestrati perché contraffatte e 1.543 confezioni di sigarette di monopoli sequestrate a seguito di furto.

Inoltre nel corso dell'anno il controllo del territorio ha permesso alle sezioni di polizia giudiziaria di Bergamo e distaccati lo svolgimento di attività d'indagine sempre relative al settore della circolazione stradale e sue ramificazioni che hanno portato ottimi risultati rispettivamente nel contrasto al fenomeno delle rapine in danno dei caselli autostradali e nei furti in danno di autotrasportatori e sui veicoli in sosta. In ambito autostradale fondamentale e costante è stato il controllo delle aree di servizio e delle stazioni di rifornimento carburante con personale in borghese per la prevenzione delle truffe, dei furti a bordo di veicoli e negli esercizi commerciali annessi alle predette aree di sosta. L'attività di indagine ha permesso di arrestare persone colte in flagranza del reato di furto su veicoli in sosta effettuati con l'utilizzo dell'apposito disturbatore di frequenza atto ad inibire l'inserimento della chiusura centralizzata e anche l'arresto di due ricettatori ai quali, presso i locali a loro in uso, veniva rinvenuto e sequestrato materiale per un valore di circa 1 milione 500 mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA