Mercoledì 09 Gennaio 2013

Abusi sessuali in un garage
Un sedicenne è ai domiciliari

Un sedicenne dell'hinterland è finito agli arresti domiciliari per violenza sessuale nei confronti di una coetanea. Al ragazzo è contestato un unico episodio, che sarebbe accaduto il pomeriggio dell'8 ottobre scorso.

Quel giorno la giovane aveva raggiunto un parco comunale del paese intorno alle 15 per incontrarsi con la compagnia di amici. Tra i quali c'era anche il sedicenne con il quale lei sostiene di aver avuto nei mesi precedenti una relazione (lui invece parla di semplici approcci).

Fra i ragazzi erano girate birre e uno spinello, lo ha confidato la presunta vittima specificando che lei però non aveva fumato. Al parco s'era scambiata qualche bacio con il sedicenne e poi, alle 18, aveva salutato gli amici per rincasare.

A questo punto, ha raccontato la giovane alla questura, lui si sarebbe offerto di accompagnarla in bici. Lei aveva accettato, ma durante il tragitto il sedicenne le aveva proposto una deviazione nel box sotto la propria abitazione, dove erano già stati due volte. 

Una volta all'interno – ha dichiarato – il ragazzo avrebbe richiuso la serranda e avrebbe tentato di baciarla, spingendola poi a terra. L'avrebbe morsicata sul collo e avrebbe abusato di lei dopo averle calato con la forza pantaloni e slip.

Il giovane sostiene che si è trattato di un rapporto consenziente. La difesa sottolinea inoltre che, quando ha ricevuto la proposta, la ragazza era sulla bici con l'indagato e che, se davvero non fosse stata intenzionata a raggiungere il box, sarebbe potuta scendere.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 9 gennaio

r.clemente

© riproduzione riservata