Mercoledì 27 Marzo 2013

«La Ztl svuota il centro di Clusone»
Ma il Comune non fa marcia indietro

Ridurre l'isola pedonale? Macché, il Comune di Clusone intende, semmai, ampliare regole e orari della zona a traffico limitato. L'idea viene perseguita nonostante le lamentele di alcuni cittadini, che hanno mandato alla nostra redazione le immagini di un paese semideserto, chiedendosi se la Ztl abbia ancora un senso.

L'amministrazione è convinta di sì, e rilancia: «Centro storico deserto? Ho un riscontro del tutto diverso – replica Lorenzo Balduzzi, assessore a Turismo e Commercio della cittadina –, i parcheggi sono vuoti perché le auto non possono entrare, ma gente in giro ce n'è, soprattutto nel weekend. Nei periodi di maggiore affluenza, poi, cittadini e turisti chiedono un centro vivibile e fruibile pedonalmente».

Nella routine invece Clusone soffre da tempo, complice l'apertura della variante che scavalca il paese (nel luglio 2008) e il trasferimento dell'ospedale a Piario (4 mesi dopo). Ci si è messo anche lo spostamento di una parte del mercato: nel 2010 una ventina di ambulanti vennero allontanati dal centro per essere trasferiti in piazza Manzù e il rospo è a tutt'oggi mal digerito da molti commercianti. Inutile però voltarsi indietro, meglio sfruttare quel che c'è: le nuove opere pubbliche, che hanno decongestionato la cittadina dal traffico, consentono di immaginarla come un grande centro commerciale a cielo aperto, dove le famiglie possono passeggiare liberamente e fare compere.

Il centro storico è già off-limits il lunedì (causa mercato), il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Le limitazioni vengono estese nel periodo estivo, ma il Comune pensa a nuovi blocchi.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo in edicola

e.roncalli

© riproduzione riservata