Asse, ennesima giornata nera
Lunghe code, Ponte S. Pietro in tilt

Nuova mattinata d'inferno a Ponte San Pietro. I lavori per riasfaltare l'asse interurbano - che dureranno un mese - stanno causando lunghe code. Le strade di Ponte San Pietro sono andate in tilt dalle 7.30 fino a metà mattina. Alle 14 un summit.

Asse, ennesima giornata nera Lunghe code, Ponte S. Pietro in tilt

Nuova mattinata d'inferno a Ponte San Pietro. I lavori per riasfaltare l'asse interurbano - che dureranno un mese - stanno causando lunghe code. Le strade di Ponte San Pietro sono andate in tilt dalle 7.30 fino a metà mattina. Paralizzati gli ingressi di Bonate e Presezzo. Alle 14 un summit. 

I lavori in corso nel disastrato tratto di strada tra Curno e Bonate Sopra continuano quindi a provocare numerosi disagi agli automobilisti in tutto l'arco della giornata con picchi di traffico ovviamente nelle ore mattutine e nel tardo pomeriggio all'uscita dai turni di lavoro classici.

In particolare la viabilità di Ponte San Pietro ne sta risentendo: le lunghe code dalle 7.30 della mattina si sono snodate da via Marconi a via Garibaldi, da via Sabotino a via Locatelli fino a via Roma. Il paese si è totalmente paralizzato fino a metà mattina e per accedere alla Briantea si viaggiava lentamente.

Intanto è convocato alle 14 un vertice per fare il punto sui lavori appena avviati, e sul relativo impatto sul traffico. Al tavolo siederanno tra gli altri i sindaci dell'Isola, la Provincia, con il presidente Ettore Pirovano e i responsabili del settore Viabilità, e Anas. Seguirà una riunione tecnica per valutare eventuali alternative alla chiusura degli svincoli, soprattutto quello di Bonate Sopra sulla via Milano. 
Infatti la paura di restare bloccati in lunghe code sull'Asse a causa dei lavori in corso ha suggerito a gran parte dei 35.000 utenti della strada di percorrere strade alternative. Ecco quindi che la Briantea per tutto il giorno ha registrato il tutto esaurito sino a Bergamo. Stessa situazione sulle provinciali 155 (Ponte-Capriate) e 166 (Ponte-Paderno d'Adda).

Numerosi gli automobilisti che continuano ad attraversare il centro di Ponte San Pietro per arrivare sempre sulla Briantea, in territorio di Curno. «Abbiamo registrato almeno un 30% in più di veicoli che hanno attraversato il centro del paese - sottolinea Giuliano Vitali, comandante della polizia locale di Ponte San Pietro -. Ci vorrà qualche giorno per un quadro completo del traffico, ma credo che siano inutili i divieti sulle strade: il problema è limitato nel tempo, quindi ci armeremo un po' tutti di pazienza e arriveremo a inizio maggio, quando i lavori saranno terminati e potremo percorrere in sicurezza il nostro Asse».

Molto gettonato anche il ponte di Briolo, con gli automobilisti che per evitare anche la Briantea hanno scelto di viaggiare sulla Villa d'Almè-Dalmine. Il ponte è però molto antico, e i veicoli transitano con difficoltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA