Venerdì 03 Maggio 2013

Liquidi e gel nel bagliaio a mano
A Orio scattano nuovi controlli

L'aeroporto Il Caravaggio di Orio al Serio è stato scelto da Enac, Ente Nazionale Aviazione Civile, per avviare la prima fase di sperimentazione del nuovo sistema di controllo per mezzo di screening dei liquidi contraddistinti dalla sigla LAGs (liquidi, aerosol e gel).

In base al regolamento dell'Unione Europea 246/2013, che modifica il precedente 185/2010, negli aeroporti comunitari (compresi Norvegia, Islanda e Svizzera) dal 31 gennaio 2014 dovranno essere sottoposti allo screening i LAGs da utilizzare durante il viaggio a fini medici o per un regime dietetico speciale ivi compresi gli alimenti per neonati. Restano invariate le modalità di trasporto previste per i LAGs acquistati nell'area lato volo dell'aeroporto o a bordo di un aeromobile e contenuti in un sacchetto di plastica termosigillato di tipo STEB (security tamper-evident bag) in grado di evidenziare eventuali manomissioni, e che conservi all'interno una prova soddisfacente che l'acquisto è avvenuto nell'area lato volo dell'aeroporto o a bordo di un aeromobile.

In attesa dell'applicazione della nuova normativa e al fine di monitorare l'impatto sui flussi dei passeggeri interessati dal controllo di tali articoli, ENAC ha deciso di procedere in via sperimentale allo screening dei predetti LAGSs, dal 6 maggio al 2 giugno 2013.

Nell'area dei controlli di sicurezza dell'aeroporto di Orio al Serio è stata collocata una postazione dedicata esclusivamente a tali controlli, dotata di attrezzature rispondenti alle disposizioni comunitarie e segnalata con adeguate indicazioni, nonché identificata chiaramente da apposita cartellonistica. Ai passeggeri, che dovranno imbarcare i LAGs da utilizzare durante il viaggio a fini medici o per un regime dietetico speciale ivi compresi gli alimenti per neonati, che superino le quantità consentite nel bagaglio a mano (100 ml), richiesto di presentare ai controlli anche la relativa prescrizione medica. Gli alimenti per neonati dovranno essere esclusivamente riferiti ai neonati presenti a bordo.

I passeggeri interessati a trasportare i suddetti liquidi, per agevolare le operazioni di controllo, dovranno osservare le indicazioni fornite in aeroporto mediante apposita cartellonistica, ovvero seguire le istruzioni fornite dagli addetti ai controlli. Nulla è modificato per il trasporto dei LAGs in singoli contenitori non superiori a 100 ml. Gli stessi, come avviene attualmente, dovranno essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile di capacità non superiore ad 1 litro, dove il contenuto entra comodamente. Tale sacchetto, completamente chiuso, dovrà essere presentato ai controlli separatamente dal resto del bagaglio a mano.

e.roncalli

© riproduzione riservata