Mercoledì 08 Maggio 2013

Verdello, allagato il sottopasso
Pescatori bloccati sul fiume a Cene

Non solo i ritardi delle ferrovie causano disagi ai pendolari: martedì sera anche il maltempo ha fatto la sua parte e, verso le 19, ha causato notevoli problemi alla stazione di Verdello.

Il viaggio per i pendolari partiti da Milano Centrale alle 18,10 sembrava cominciato bene. A meno di un chilometro dalla stazione di verdello il treno si blocca. Qualche familiare che aspetta comincia a chiamare i parenti sul treno, avvisandoli che ci sono i pompieri in stazione.

Il treno arriva lento alla banchina con venti minuti di ritardo, e lì i pendolari trovano la sorpresa più grande: per uscire dalla stazione bisogna scendere il sottopasso pedonale, ma il tunnel è allagato da una ventina di centimetri d'acqua.

Chi doveva raggiungere Verdellino si è fatto un lungo tratto a piedi fino al sottopasso carrabile, per tornare poi al parcheggio. I molti altri che dovevano andare a Verdello, invece, hanno attraversato i binari e cominciato a scavalcare le recinzioni di cemento che corrono parallele. Un'operazione anche pericolosa...

A Cene invece se la sono vista brutta due pescatori che si sono avventurati nel Serio nei pressi del ponte Bellora in cerca di prede: il forte temporale scatenatosi sulla media Valle Seriana tra le 16 e le 17 ha ingrossato il letto del fiume il cui livello è salito repentinamente mettendo in pericoli i due.

Si sono avvicinati al ponte e hanno trovato rifugio arrampicandosi su delle spallette (una sorta di poggioli) esterne alle arcate ma sufficientemente elevate rispetto alle acque del fiume che scorrevano impetuose. Li ha visti in quella scomoda posizione una donna che transitava sul ponte e che ha dato l'allarme.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Gazzaniga che, calando un pezzo di scala italiana con un pompiere fornito di funi e apparecchiature per imbragarli, hanno legato e recuperato i due pescatori.

Tutto su L'Eco di Bergamo dell'8 maggio

r.clemente

© riproduzione riservata