«Non servono superpoteri»
Mobilità sociale, volontari cercansi

La società cambia e cambiano anche i bisogni delle persone con disabilità. Grazie al progetto sperimentale «MUOVITI!», dal 15 giugno al 15 settembre anche le persone sole o con disabilità potranno fruire della città anche nei fine settimana, in senso ludico e culturale.

«Non servono superpoteri» Mobilità sociale, volontari cercansi

La società cambia e cambiano anche i bisogni delle persone con disabilità. Grazie al progetto sperimentale «MUOVITI!», dal 15 giugno al 15 settembre anche le persone sole o con disabilità potranno fruire della città anche nei fine settimana, in senso ludico e culturale.

“Fino ad oggi gli sforzi delle associazioni si sono concentrati nei giorni feriali – spiega Agnese Graticola, referente del progetto –. Ma ci siamo resi conto che i nostri utenti hanno nuove esigenze, soprattutto nei weekend”.

MUOVITI! è il frutto di una collaborazione tra nove associazioni di volontariato bergamasche impegnate nel trasporto sociale: Auser Provinciale (capofila del progetto), Aiuto per l'Autonomia, Il Vol.To Volontari Torre Boldone, UILDM Bergamo, ANTEAS onlus, ADB Associazione Disabili Bergamaschi, Auser Città di Bergamo, Auser Orio al Serio, Centro Ricreativo Valtesse per la Terza Età e i Comuni dell'Ambito Territoriale 1 di Bergamo si sono messi in rete dando vita a questa iniziativa pilota, che si inserisce all'interno del più ampio progetto “Su Strada Si-Cura” (finanziamenti regionali, bando 2012-2013 L.R.1/2008, Capo II).

“Oggi più che mai– ha spiegato Antonio Porretta, direttore del CSV – è importante che le associazioni del territorio si mettano in rete, ottimizzando le risorse che sono sempre più scarse. Non solo, la stretta collaborazione migliora la lettura dei nuovi bisogni; in questo modo il volontariato può evolvere, senza snaturare la sua identità”.

“Questo progetto – ha detto Leonio Callioni, assessore alle politiche sociali del Comune di Bergamo e presidente della Conferenza dei Sindaci - segna un ulteriore passo verso una società che sta evolvendo verso una cura e una presa in carico di situazioni che non possono trovare risposta unicamente da parte delle istituzioni. “Istituzioni che – aggiunge Roberto Aldegani, Presidente Assemblea Sindaci dell'Ambito 1 – da sole potrebbero rispondere solo in maniera limitata certi bisogni, che invece grazie alla collaborazione con le associazioni possono trovare risposte adeguate”.

“L'augurio - aggiunge Angelo Locatelli, presidente AUSER Provinciale - è che questo progetto prosegua anche oltre la fase sperimentale di quest'estate, diventando un servizio strutturato sulla città di Bergamo e nei comuni dell'Ambito 1”. Attualmente MUOVITI! prevede due tragitti il sabato, verso il mercato, il cimitero, e alcuni luoghi di utilità come la farmacia o la posta e due tragitti la domenica verso luoghi di incontro, di svago o di cultura. L'entità della proposta può, però, variare e sarà proporzionale al numero di volontari che si metteranno a disposizione. “MUOVITI! infatti - aggiunge Graticola - non è solo un invito alle persone sole o con disabilità affinché, assieme a noi, vivano meglio la loro città anche nel fine settimana. E' anche un appello ai bergamaschi, perché dedichino un po' del loro tempo a chi ne ha bisogno”.

Al fine di coinvolgere più volontari possibile le associazioni hanno ideato una campagna di reclutamento che sarà diffusa in città. Lo slogan, “Gesti semplici da supereroi”, ben sintetizza il concetto: non serve avere super poteri per aiutare il prossimo.

Info al sito www.muovitibergamo.it o al numero 348 5980265.

© RIPRODUZIONE RISERVATA