Giovedì 01 Agosto 2013

Lo stent per «ridare fiato» al cuore
Seriate è l'ospedale che opera di più

L'ospedale di Seriate è al primo posto per numero di interventi di angioplastica coronarica eseguiti in un anno negli ospedali pubblici della Lombardia. Un risultato che, spiega il direttore generale dell'azienda ospedaliera Bolognini, Amedeo Amadeo, «illustra nel migliore dei modi ai nostri azionisti, che sono gli abitanti della Valle Seriana, la qualità e l'efficienza di questa struttura ospedaliera».

«Il risultato - spiega il direttore dell'Unita di Cardiologia dell'ospedale di Seriate, Maurizio Tespili - è frutto di un lavoro organico tra medici e infermieri della nostra straordinaria squadra». Un'équipe che nel 2012 ha eseguito 1.009 interventi di angioplastica, contro i 787 dei «Riuniti» di Bergamo (che, come noto, hanno dovuto ridurre la produzione per i noti problemi legati al trasloco - n.d.r), i 473 del San Marco Zingonia, i 439 di Humanitas Gavazzeni, i 339 di Treviglio.

Il primo ospedale in Italia per numero di angioplastiche è il «Santa Maria» di Ravenna con 1.392 angioplastiche. In Lombardia, dopo Seriate, c'è l'ospedale di Sondrio con 982. L'intervento di angioplastica coronarico viene praticato nelle arterie occluse per posizionare uno stent che le «riapra» consentendo di riportare sangue al cuore.

a.ceresoli

© riproduzione riservata