Mercoledì 07 Agosto 2013

Investito da 30 mila volts
Ustioni sul 50% del corpo

È stato investito da una scarica elettrica da 30 mila volts che gli ha provocato ustioni di primo e secondo grado sul 50 per cento del corpo e, addirittura, di terzo grado su mani e piedi. L'uomo è sopravvissuto ed ora è ricoverato all'ospedale Niguarda di Milano.

Si tratta di un 48enne di Stezzano, capocantiere di una ditta con sede a Urgnano che stava eseguendo alcuni lavori di manutenzione di una sottostazione elettrica all'interno della Tenaris di Dalmine.

L'infortunio si è verificato martedì intorno alle 11.15: il 48enne stava intervenendo per la manutenzione della sottostazione che distribuisce l'energia elettrica di tutto lo stabilimento.

Per cause ancora da accertare è stato colpito dalla violentissina scarica da 30,000 volt: rimasto sempre cosciente e subito soccorso dal servizio sanitario interno della Tenaris, il capocantiere è stato trasportato agli Ospedali di Bergamo dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso.

Da Bergamo è stato poi trasferito all'ospedale Niguarda di Milano, al centro specializzato per la cura dei grandi ustionati.

r.clemente

© riproduzione riservata