Mercoledì 28 Agosto 2013

Inchiesta ultrà, 151 imputati
Si cerca una sede idonea

Sarà un'udienza record quella fissata per venerdì 17 gennaio 2014 in Tribunale a Bergamo. Davanti al giudice compariranno 151 imputati, per i quali il pm ha chiesto il rinvio a giudizio.

Fra loro ci sono il leader della Curva Nord, Claudio «Bocia» Galimberti, e nomi di spicco come quello del segretario provinciale della Lega, Daniele Belotti. Il gup dovrà pronunciarsi sulla posizione di ciascuno: rinvio a giudizio o non luogo a procedere.

Di certo non sarà semplice organizzare la giornata, sia dal punto di vista logistico, sia sotto il profilo dell'ordine pubblico. Si cerca una sede idonea.

L'architrave dell'inchiesta è l'ipotesi che i tafferugli, le minacce, le adunate sediziose, i danneggiamenti, gli episodi di violenza avvenuti a partire dal 2006 ad opera degli ultrà dell'Atalanta siano frutto di una sorta di progettualità dietro la quale si celerebbe un'associazione per delinquere.

Tesi, quella dell'associazione, fortemente avversata dalle difese e bocciata nel febbraio 2011 anche dal gip, che la ritenne insussistente. Il pm ha comunque continuato a sostenerla, fino alla richiesta di rinvio a giudizio.

Leggi di più su L'Eco in edicola mercoledì 28 agosto

a.ceresoli

© riproduzione riservata