Mercoledì 28 Agosto 2013

Al via piano casa, in campo per mutui
Fondi sociali per famiglie svantaggiate

Far fronte ai fabbisogni abitativi soprattutto da parte di lavoratori atipici, anziani, studenti, giovani coppie, famiglie monoreddito, genitori separati. È uno degli obiettivi del piano casa messo a punto dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi e approvato oggi dal consiglio dei ministri.

MUTUI CDP - Cassa Depositi e prestiti mette a disposizione delle banche oltre 2 miliardi per l'erogazione di nuovi mutui per l'acquisto della prima casa. Obiettivo del Governo è favorire, attraverso la garanzia data alla banche da CDP, la ripresa del credito per l'acquisto della prima casa. CDP può inoltre acquistare obbligazioni bancarie nell'ambito di operazioni di cartolarizzazione di crediti derivanti da mutui garantiti da ipoteca su immobili residenziali, liberando l'attivo delle banche che possono così erogare nuovi mutui alle famiglie per l'acquisto di abitazioni principali.

FONDI DI SOSTEGNO -
Attraverso il rifinanziamento di fondi già esistenti e la creazione di un nuovo fondo presso il Ministero delle Infrastrutture, vengono destinati 200 milioni per rendere più sostenibili gli oneri del mutuo e dell'affitto.
In dettaglio, 40 milioni vanno al Fondo per la sospensione per 18 mesi delle rate di mutuo; 60 milioni al Fondo di garanzia per i mutui a favore dei giovani (coppie, monogenitori, lavoratori atipici); 60 milioni al Fondo che eroga contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione; 40 milioni al Fondo di copertura della morosità incolpevole a favore cioè delle famiglie che non pagano l'affitto a causa di perdita del lavoro, messa in mobilità o in cig, chiusura dell'attività, malattia.

IMPOSTA DI REGISTRO - Proroga di 3 anni per l'attuazione dei programmi di edilizia residenziale mantenendo l'imposta di registro ridotta all'1% al posto della misura ordinaria dell'8%.

IMU - Vengono esclusi i fabbricati invenduti e vengono assimilati al trattamento Imu prima casa le case popolari e delle cooperative edilizie a proprietà indivisa. Dal 2014 l'Imu prima casa vale anche per gli alloggi sociali. L'incentivo attiva gli investimenti in alloggi sociali tramite le risorse attualmente disponibili presso il Fondo Investimenti per l'Abitare (FIA), riservato a investitori qualificati promosso e gestito da Cassa Depositi e Prestiti con lo scopo di incrementare l'offerta abitativa in alloggi sociali, che attualmente ha una disponibilità di circa 2 miliardi di euro, in grado di attivare ulteriori investimenti per altri 2 miliardi.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags