Domenica 01 Settembre 2013

Schianto in A4: grave una bimba
Camionista diventa angelo custode

Vista l'auto ferma in mezzo alla carreggiata, dopo lo schianto contro la barriera new jersey centrale dell'A4, il camionista non ha esitato un solo attimo. Ha rallentato e si è fermato, parcheggiando il suo tir in modo da proteggere la macchina dai veicoli che sopraggiungevano.

L'incidente - sul quale sono in corso accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica - è avvenuto poco dopo le 7 del mattino. Sull'auto, una Ford Galaxy danneggiata in modo grave, viaggiava una bambina di otto anni. La piccola è stata sbalzata fuori dall'abitacolo dopo l'impatto. Tutto  è avvenuto sull'autostrada nel tratto fra Dalmine e Bergamo in direzione di Venezia.

Alcuni volontari della Cri di Lomazzo in transito si sono fermati per portare soccorso e hanno prestato le prime cure alla bambina, affidata poi ai medici giunti con l'ambulanza. La piccola - di origini marocchine e residente a Pieve di Soligo in provincia di Treviso - è stata portata all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo: le sue condizioni, stando agli ultimi aggiornamenti, sarebbero molto gravi. È stata operata al viso, con un intervento anche di chirurgia plastica.

Per i rilievi è intervenuta la polizia stradale di Seriate. Il camionista, che stava sopraggiungendo a poca distanza e che avrebbe assistito a tutta la scena, ha visto la macchina danneggiata e bloccata: poiché c'era il concreto rischio che chi proveniva dalle sue spalle travolgesse la vettura, insieme al papà e alla bimba ferita, non ci ha pensato due volte e ha bloccato il tir, creando una barriera.

Il camionista ha fatto solo quello che era giusto fare o va considerato un piccolo eroe, un angelo custode? Voi cosa avreste fatto al suo posto? Dite la vostra nello spazio dedicato ai commenti

r.clemente

© riproduzione riservata