Martedì 01 Ottobre 2013

Ernia del disco
Esperti a convegno

L'ernia del disco non è una malattia. Si manifesta quando la colonna non riesce più a compensare le sollecitazioni statiche e dinamiche che la stressano e il disco si rompe. Sapere cosa sia l'ernia del disco, conoscerne le cause e le conseguenze, sapere come si cura è quindi sicuramente importante. Anche per prevenirla. Di questo si parlerà in occasione del convegno pubblico «L'ernia del disco: non è rara, si opera poco» in programma giovedì 3 ottobre nella Sala Lombardia della sede Asl di via gallicciolli 4.

L'iniziativa, che avrà inizo alle 18, è aperta a tutti, soprattutto ai non addetti ai lavori e, naturalmente, ad accesso gratuito. Ernia lombare, ernia cervicale, più raramente ernia dorsale e, poi: lombosciatalgia, lombocruralgia, cervicobrachialgia (la cervicale!) e, più in generale, il mal di schiena, sono infatti problemi diffusissimi, molte volte causati da scorrette abitudini di vita che possono essere corrette ed evitate.
E quando si manifestano, devono essere curati nel modo più appropriato, non limitando l'intervento terapeutico all'ernia in sé ma estendendolo alle cause che l'hanno provocata e che potrebbero procurare altri e pure maggiori problemi. L'ernia del disco!

Una volta l'ernia del disco era un problema che faceva addirittura paura nominare. Quando veniva c'era un solo modo per curarla: l'intervento chirurgico. E che intervento! Non un'operazione banale, si lavorava sulla spina dorsale. Col tempo, la chirurgia è migliorata e l'ernia del disco ha perso un po' di quell'alea terribile, grave, complessa di cui era ammantata ma non ha smesso di essere una patologia seria che si manifesta pure con notevole frequenza. E questo vale anche oggi, quando si è capito che spesso la terapia conservativa - fisioterapia, massaggio terapeutico - è preferibile alla sala operatoria. Per parlare alla gente e con la gente di cosa sia davvero l'ernia del disco, del perché si manifesti, di come si possa evitare, di come si curi, Politerapica - Terapie della Salute ha organizzato il convegno.

Ai lavori parteciperanno specialisti di altissimo livello, tanto bravi quanto capaci di parlare in modo semplice e chiaro anche alle persone che nella vita si occupano di tutto tranne che di Medicina. Il programma è ricco e articolato:
- Dott.ssa Paola Merlo U.O. di Neurologia - Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo La colonna, il midollo, le radici nervose: come sono fatte, come funzionano. La terapia con i farmaci a supporto delle altre terapie.
- Dott. Mario Fusco U.O. Chirurgia della colonna - Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo Si opera? Quando. Perché. Come.
- Dott. Pietro Agostini U.O. Riabilitazione specialistica - Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo Si cura più frequentemente in un altro modo: approccio terapeutico e terapie fisiche oggi.
- Dott. Giambattista Villa U.O. Anestesia generale - Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo La terapia del dolore, dove non arrivano gli altri.

Porteranno i saluti:
- Mara Azzi Direttore Generale, ASL di Bergamo
- Emilio Pozzi Presidente, Ordine dei Medici della provincia di Bergamo
- Leonio Callioni Assessore alla Politiche Sociali, Comune di Bergamo Presidente Conferenza dei Sindaci della provincia di Bergamo

Il convegno si tiene col patrocinio di
- ASL Bergamo
- Ordine dei Medici di Bergamo
- Conferenza dei Sindaci della Provincia di Bergamo
- Comune di Bergamo

Per informazioni: Politerapica - Terapie della Salute Tel. 035.298468 - e-mail info@politerapica.it

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags