Martedì 01 Ottobre 2013

Maxi sequestro di accessori per cellulari
Provenienti dalla Cina bloccati a Orio

La Polizia locale di Milano con un'indagine congiunta dei colleghi di Monza e dei funzionari antifrode degli Uffici delle Dogane di Bergamo, Sot Orio al Serio, Milano 2 e dell'Area Antifrode Regionale hanno sequestrato oltre 1.100 accessori per cellulari contraffatti destinati soprattutto alla vendita on line e assemblati in un negozio/magazzino di Monza.

L'indagine era partita da alcuni controlli effettuati dagli Uffici delle Dogane sulle merci in arrivo dalla Cina presso l'aeroporto di Orio al Serio. Da qui la scoperta di una frode commessa da una ditta di riparazione, assemblaggio e vendita di accessori per telefoni cellulari, gestita da un italiano, G.R. di cinquant'anni, denunciato alle autorità giudiziarie.

La merce indirizzata al proprietario della ditta conteneva un'apparecchiatura per l'assemblaggio e la riparazione di cellulari e di “stampi” con il marchio “Samsung”. Su delega dell'Autorità Giudiziaria di Bergamo, i funzionari doganali e personale delle Polizie Locali di Milano e di Monza, hanno perquisito l'esercizio commerciale della ditta e oltre ai pezzi di accessori hanno trovato e sequestrato diverse centinaia di etichette e relative confezioni con i più importanti marchi contraffatti (Samsung, Apple, Nokia, Black Berry, Htc, LG, Louis Vuitton, Alviero Martini).

Gli accessori contraffatti venivano messi in vendita come originali anche attraverso un sito di vendite on line, a ignari consumatori, attratti da prezzi molto vantaggiosi. Prosegue intanto la collaborazione tra l'Agenzia delle Dogane, preposta ai controlli import-export delle merci e dei viaggiatori, e le Polizie locali sensibili al fenomeno della contraffazione e della protezione del Made in Italy a tutela dei consumatori.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags