Lunedì 09 Febbraio 2009

Pericolo valanghe e vento forte
da oggi temperature in calo

Pericolo valanghe, vento forte e temperature in calo da oggi, martedì 10 febbraio a giovedì 12 compreso. Lo comunica il report emesso dalla Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dall'assessore Stefano Maullu.

Oggi, a causa di una perturbazione proveniente da ovest, si avranno precipitazioni deboli diffuse più probabili nella prima parte della giornata e sui settori centro-orientali. Oltre i 500 metri le precipitazioni saranno nevose.

Da oggi e per tutta la giornata di mercoledì sono previsti anche venti di rinforzo dai quadranti nord-occidentali, più intensi in montagna. Temperature in calo da giovedì. Il pericolo valanghe si manterrà fino a martedì di livello 4 (forte) sulle Orobie, Prealpi, Valchiavenna e Adamello e a livello 3 (marcato) sulle Alpi Retiche.
Alle 18 di lunedì 9 febbraio restano delle criticità in ancora 21 Comuni delle province di Milano, Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio e Varese.

PROVINCIA DI MILANO (1) - Cesano Maderno: cedimento sponda fiume Certesa (affluente del Seveso). In corso valutazione degli interventi da effettuare. Nessun problema alle abitazioni.

PROVINCIA DI BERGAMO (8) - Ardesio: predisposto pronto intervento per la presenza di grossi blocchi di neve instabili. Otto famiglie rimangono evacuate. - Colere: strada provinciale 58 riaperta dopo la slavina in località Scavino. - Foppolo: strada provinciale ostruita causa caduta di diverse slavine. Transito consentito solo per emergenze. - Oltre il Colle: strada comunale chiusa causa slavina. Ancora isolate tre persone in località Plassa. - Ubiale Clanezzo: strada comunale chiusa per frana. Iniziati i lavori di messa in sicurezza del versante. Riapertura della strada prevista entro mercoledì. - Valbondione: continuano i lavori per la rimozione dell'ostruzione del fiume Serio che nei giorni scorsi era stato ostruito da una slavina. Rientrate nelle abitazioni gli abitanti della frazione Lizzola evacuate dopo la valanga. - Valleve: strada provinciale 2 chiusa. Il Comune è raggiungibile solo per emergenze e soccorso. Sono in corso le operazioni di ripristino della corrente nella frazione San Simone. - Vilminore di Scalve: ex strada statale 294 e provinciali 9 e 49 riaperte al transito.

PROVINCIA DI BRESCIA (7) - Artogne: riaperta la stazione di Monte Campione. - Bagolino: riaperta la strada statale 69 fra Bagolino e Valle d'Orizzo. Ancora chiusa nel tratto D'Orizzo-Gaver. - Lodrino: riaperta a senso unico alternato la viabilità sulla strada provinciale tra Brozzo e Lodrino, chiusa nei giorni scorsi per frana. - Lozio: chiusa la strada provinciale 92 da Malegno a Lozio e la strada comunale da Mulino a Villa Valle del Re. Evacuata una famiglia. - Lumezzane: caduta massi, già approntata la messa in sicurezza. - Piancogno: caduta massi, già predisposto intervento di urgenza con rete paramassi. - Toscolano Maderno: traffico a senso unico alternato sulla strada statale 45 bis Gardesana tra Toscolano e Gargnano per frana.

PROVINCIA DI COMO (1) - Cernobbio: strada statale 340 Regina riaperta.

PROVINCIA DI LECCO (1) - Morterone: chiusa per rischio valanghe la strada provinciale 63 Ballabio-Morterone. Illese le quattro persone coinvolte dalla slavina sul monte Grignone.

PROVINCIA DI PAVIA (1) - Godiasco: effettuato intervento di ripristino della ex strada statale 461 del Penice precedentemente chiusa per frana e ora riaperta a senso unico alternato.

PROVINCIA DI SONDRIO (1) - Valdisotto: illese le tre persone rimaste coinvolte dalla valanga di stamattina.

PROVINCIA DI VARESE (1) - Origgio: causa rottura di un argine del torrente, un sottopasso e una vasta area nelle vicinanze dell'uscita Origgio ovest dell'autostrada dei Laghi sono state allagate. Sul posto sono presenti oltre ai volontari della Protezione Civile della Regione Lombardia anche vigili del fuoco, carabinieri, tecnici dell'Arpa (Agenzia regionale protezione ambiente), del Comune di Milano e Varese e della Provincia di Milano con pompe idrovore per evitare che l'allagamento coinvolga la vicina autostrada e per prosciugare le zone allagate.

a.ceresoli

© riproduzione riservata