Martedì 03 Marzo 2009

Le forze di polizia: «È allucinante
tirarci in ballo per giochi politici»

«Troviamo allucinante che per l'ennesima volta le Forze di Polizia vengano tirate in ballo e strumentalizzate pe "giochi" meramente ideologici e di partito da parte di politici poco attenti, tra l'altro, alle pericolose situazioni che si stanno sviluppando in tali ambienti.» Non ha peli sulla lingua Luigi Menditto, il segretario generale provinciale del Sindacato italiano lavoratori polizia - Siulp nel comunicato stampa diffuso in relazione agli scontri avvenuti sabato pomeriggio nelcuore della città.

«Le Forze di Polizia intervenute sabato scorso - si legge nel comunicato stampa - erano state chiamate per operare in citta’, dove erano state programmate due manifestazioni organizzate da appartenenti ad opposte correnti ideologiche. Abbiamo operato in un limitato contesto di violenza ed evitato che le due fazioni di dimostranti entrassero in contatto. Siam dovuti intervenire per tamponare le forti devastazioni e violenze in atto, come si puo’ osservare dalle foto, dai filmati, dalle armi sequestrate, dai caschi utilizzati, dalle spranghe brandite, dalle bottiglie lanciate, dai danni procurati a cittadini e dalle lesioni cagionate ai colleghi. Per cui e’ del tutto evidente che alcuni dimostranti erano ben lontani dal pensare di partecipare pacificamente alle manifestazioni».

«Ci permettiamo di ricordare - prosegue il comuniato - che sette tra poliziotti e carabinieri sono stati feriti nell’occasione! Ma non e’ questo il nostro disappunto. Troviamo, invece, allucinante che per l’ennesima volta le Forze di Polizia vengano tirate in ballo e strumentalizzate per “giochi” meramente ideologici e di partito da parte di politici poco attenti, tra l’altro, alle pericolose situazioni che si stanno sviluppando in tali ambienti. Lasciateci lavorare e fare quello che sappiamo fare. Quello che fino ad oggi abbiamo dimostrato di saper fare in modo positivo a favore dell’intera comunita’, anche in situazioni particolari come quella attuale di tagli e ristrettezze».
 
«Ecco, forse e’ tempo che qualcuno inizi a chiedere a tutti i soggetti responsabili il risarcimento dei danni che vengono causati alla collettivita’. L’operato delle Forze di Polizia non si e’ esaurito con le misure di Sabato scorso. Le indagini continueranno per individuare e denunciare tutti coloro che si sono resi responsabili di reati consumati in quel contesto»

a.ceresoli

© riproduzione riservata