Giovedì 24 Settembre 2009

Ultras ai domiciliari e a piede libero
Il processo fissato per il 3 ottobre

Il giudice Stefano Storto ha emesso l'ordinanza nei confronti dei tre bergamaschi arrestati dopo gli scontri allo stadio. Aronne Mazzoleni, barista 35enne di Seriate, e Gianmaria Vanini, odontotecnico di 30 anni residente a Bergamo, sono finiti agli arresti dominciliari. Dovevano restare in carcere «per la straordinaria gravità dei fatti», ma dopo l'udienza il giudice ha accolto l'istanza dell'avvocato Federico Riva per la modifica della misura cautelare.

Per Luca Rota, imbianchino 27enne di Almenno (con già notificato il divieto di accedere alle manifestazioni sportive), non è stato convalidato l'arresto per mancanza della flagranza (era stato arrestato 3 ore dopo i fatti): rimane per lui la denuncia a piede libero.

Il processo per Vanini e Mazzoleni è stato fissato per il 3 ottobre. Il Pm Carmen Pugliese aveva chiesto la custodia in carcere per tutti e tre per la «pericolosità sociale».

Due dei tre imputati - Rota e Vanini - si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, il terzo aveva invece sostenuto di trovarsi lì per caso, mentre andava a fare acquisti nel vicino supermercato Gs. Si sarebbe quindi fermato per curiosità, ma si è poi trovato in mezzo agli scontri e, a suo dire, sarebbe stato fermato casualmente dagli agenti, senza aver scagliando nulla contro di loro.

r.clemente

© riproduzione riservata