Venerdì 02 Ottobre 2009

La scienza viaggia anche su tram e autobus

Il bus della scienza, un mezzo Atb attrezzato come laboratorio mobile di fisica che potrà essere prenotato gratis dai docenti e girerà nel corso dell’anno scolastico per tutte le scuole della provincia proponendo esperimenti e lezioni sull’energia elettrica e il movimento, è una delle novità di BergamoScienza al via sabato 3 ottobre.

L’autobus, allestito grazie al sostegno di Uniacque, Protecsun, Telmotor e dei nove Rotary Club orobici, è stato inaugurato in piazza della libertà nel corso di una serata alla quale hanno partecipato il prefetto Camillo Andreana, il direttore Atb Gianni Scarfone e numerose personalità del mondo Rotary: Alberto Schiraldi, presidente della Commissione Rotary Fondation Distretto 2040; Fulvia Castelli, assistente del Governatore Gruppo Orobico, e i presidenti Raimondo Latini RC Bergamo, Rodolfo Marino RC Bergamo Città alta, Luigi Gelmi RClub Nord Alessandro Colli RC Ovest, Giancarlo Ghezzi RClub Sud, Roberto Aresi RC Treviglio e della Pianura Bergamasca, Franco Bergamaschi RC Romano di Lombardia, Emilio Gueli RC Sarnico e Valle Cavallina, Luca Della Volta RC Dalmine Centenario.

I Rotary Orobici seguono Bergamo Scienza da tre anni, per impulso del R.C. Bergamo città alta , e quest’anno – spiegano i presidenti – si sono lanciati nell’avventura del Bus oltre a sostenere la formazione delle decine di studenti che fungono da guide alle mostre e ai laboratori. “Per il Bus della Scienza, il Rotary – aggiungono i Club orobici - si trova ad essere partner non solo di Bergamo scienza ma anche di quegli enti, come Uniacque ed Atb, sensibili al servizio del territorio per una miglior formazione delle nuove generazioni. E’ un segno concreto oggi ed una speranza di collaborazione futura per un bene comune”.

Anche Uniacque Spa, la società a capitale interamente pubblico che gestisce il ciclo idrico integrato nella Bergamasca e alla quale hanno aderito, ad oggi, insieme alla Provincia di Bergamo 216 Comuni del territorio, ha scelto di partecipare, in qualità di partner, alla settima edizione di BergamoScienza, la manifestazione che, fino al 18 ottobre, propone mostre, esperimenti, laboratori e conferenze con nomi di livello internazionale. Per Uniacque, costituita nel 2006, si tratta della prima presenza in una iniziativa di così rilevante importanza e la scelta è quindi caduta sull’Autobus della Scienza, un vero e proprio laboratorio “a quattro ruote” che, nei prossimi giorni, sosterà in vari punti della città, ospitando chiunque abbia l’interesse a visitarlo. In linea con la propria mission di fornire ai cittadini un servizio di qualità e di adoperarsi per creare una solida cultura dell’acqua da condividere e diffondere, Uniacque offrirà quindi a chi salirà sull’autobus un pieghevole realizzato ad hoc, che spiega che cos’è la società, la sua struttura, i servizi offerti e la composizione della tariffa e fornisce tutti i contatti utili (numero per le emergenze, orari sportelli, sito internet ecc.). Per i bambini, invece, ci sarà una brochure che illustra il servizio idrico integrato, pensata per loro e fatta soprattutto di colore ed immagini. Alcuni addetti saranno poi a disposizione per fornire tutte le informazioni. “Siamo orgogliosi – dice il presidente, Alessandro Longaretti – di essere saliti a bordo dell’Autobus della Scienza, nato come luogo pensato per condividere saperi, per sperimentare e per imparare. UniAcque condivide lo spirito che anima questa iniziativa e ne abbraccia i principi, nella convinzione che l’educazione all’utilizzo consapevole di una risorsa preziosa come l’acqua sia uno strumento fondamentale di crescita personale e sociale”. L’Autobus della Scienza sosterà sabato 3 ottobre e domenica 4 in piazza Matteotti, nel cuore di Bergamo, per l’intera giornata; venerdì 9 e venerdì 16, in mattinata, sarà alla Fiera di Bergamo; il 10 e 11 ottobre verrà collocato sul Sentierone e il 17 e 18 ottobre a Colle Aperto, in Città Alta. Tutte le informazioni sugli orari sono disponibili sul sito www.uniacque.bg.it.

Anche Teb Spa partecipa alla VII Edizione di BergamoScienza, dal 3 al 18 Ottobre 2009, con il laboratorio “IL NUOVO TRAM BERGAMO – ALBINO: COS’E’ E COME FUNZIONA”. TEB invita gli studenti delle scuole bergamasche alla scoperta del tram. Le visite, guidate da personale tecnico TEB e riservate alle scuole secondarie di 2°grado, secondarie di 1° e ultimo anno delle primarie, comprendono il tragitto in tram dalla Stazione di testa Bergamo FS a Ranica, per sperimentare da vicino il funzionamento del nuovo mezzo di trasporto, la visita del Centro di Controllo Operativo (CCO), la cabina di regia che garantisce il funzionamento e il constante controllo della linea e dei tram e, infine, del Deposito (officina e rimessaggio) dei mezzi. Le visite guidate sono fruibili, solo su prenotazione, nei giorni di Martedì 6 e 13 Ottobre e di Giovedì 8 e 15 Ottobre, in tre turni ore 9.00 – 11.00 e 14.30. La durata della visita è di 1 ora e sono ammessi 25 studenti per turno. Le prenotazioni devono essere effettuate on line sul sito www.bergamoscienza.it alla voce prenotazioni scuole. La conferma delle prenotazioni, sino ad esaurimento dei posti disponibili, avverrà in tempo reale on line. Info line Tel. 035/275307 dal lunedì al venerdi dalle 8.30 alle 13.30. Info mail: bergamoscienza@confindustria.bg.it. E nei fine settimana di BergamoScienza e cioè Sabato 3 e Domenica 4, Sabato 10 e Domenica 11, Sabato 17 e Domenica 18 Ottobre, presentando conferma di prenotazione ad un evento in programma che abbia luogo nell’arco della giornata, sarà possibile viaggiare gratuitamente sulla tramviaria T1 Bergamo-Albino, oltre che sull’intera rete servita da ATB. Tutte le informazioni sul sito www.bergamoscienza.it.

a.ceresoli

© riproduzione riservata