Mercoledì 01 Gennaio 2003

Capodanno all’insegna dell’ebrezza: più dei botti hanno potuto le bollicine di spumante

BUON ANNO a tutti. Il 2003 nella Bergamasca è cominciato bene. Botti e petardi che hanno sonoramente illuminato il passaggio dal vecchio al nuovo anno, non hanno fortunatamente lasciato segni evidenti sui gioiosi ma improvvisati fuochisti.

Più della polvere da sparo, hanno potuto invece le bollicine di spumante, champenois e champagne. Insomma, i generosi brindisi, talvolta, sono andati al di là dell’allegro cin cin. Lo dicono le statistiche mattutine del «118»: alle 24 alle 6 di stamane, gli operatori hanno ricevuto ben 101 chiamate di intervento, delle quali 70 per casi di ubriachezza manifesta.

Chi porta invece i segni lasciati dall’anno vecchio, è la nuova stazione autolinee, «inaugurata» la sera di San Silvestro da un automobilista che, intorno alle 19.30, al volante di una Bmw ha passato da parte a parte il manufatto nuovo di zecca, fracassando tre enormi vetrate, danneggiando la conduttura del gas e mandando in frantumi un panettone di cemento. L’automobilista, un uomo di 41 anni, di origini sarde, ha finito la folle corsa contro il cancello del cortile del Mc Donald’s, che confina con la stazione autolinee. Portato in ospedale, guarirà in pochi giorni. Il 2003 gli apparirà sicuramente meno radioso, quando gli verranno presentati i conti del consistente danno arrecato alla nuova struttura.

Si è aperto al Pronto Soccorso l’anno nuovo per un egiziano che poco dopo mezzanotte, fermo in auto in piazza Matteotti con la fidanzata, dice di essere stato aggredito e malmenato da un gruppo di cittadini extracomunitari. Quando però sono intervenuti i poliziotti è stato lui a dare in escandescenze: ha aggredito un agente, che è stato medicato e giudicato guaribile in 5 giorni. Lui, l’egiziano, se la caverà con 10 giorni di prognosi, e naturalmente una denuncia.

Venti marocchini sono stati protagonisti di una maxirissa a Palosco. Clicca qui per leggere la notizia.

Patenti ritirate: sei in tutto durante i controlli di routine effettuati dalla polizia stradale di Bergamo e dalla polizia municipale. Tre in città e tre sulle strade della provincia. Tutti gli automobilisti dovranno ora rispondere di guida in stato di ebbrezza e rischiano una lunga sospensione della patente.

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags