Lunedì 13 Dicembre 2004

Delitto del benzinaio: al via gli interrogatori degli accusati

E’ durata un’ora e mezza l’udienza di convalida del fermo del 18enne Davide Ciancaleoni, accusato dell’omicidio del benzinaio lecchese Giuseppe Maver. Il pm Paola Dal Ponte ha chiesto la conferma della custodia cautelare in carcere, e il gip Davide De Giorgio, come è peraltro solito fare, si è riservato di decidere nei prossimi giorni. All’uscita dal carcere il legale Luciano Bova ha affermato che il ragazzo davanti al giudice ha confermato le dichiarazioni rese agli inquirenti sabato scorso, e in particolare ha ribadito che con il benzinaio c’era stata una collutazione durante la quale sono stati esplosi i colpi di pistola, uno dei quali ha ucciso Maver. Al riguardo, la moglie della vittima aveva invece affermato che i colpi erano stati esplosi a freddo. Davide Ciancaleoni avrebbe inoltre confermato di avere gettato la pistola nel lago di Lecco.Domenico E., il 17enne complice di Davide Ciancaleoni, sarà invece interrogato mercoledì dal Gip del Tribunale dei Minorenni di Milano. Attualmente si trova nel carcere minorile Beccaria di Milano, dopo aver reso ai carabinieri la confessione che ha portato a far piena luce sul delitto.

Gli inquirenti puntano l’attenzione sulla pistola utilizzata per compiere la rapina. Ciancaleone, il 18enne, sarebbe stato in grado di procurarsi la semiautomatica calibro 9, già da settembre (due mesi prima del mortale tentativo di rapina), comprandola a Milano da un extracomunitario. Gli investigatori vogliono quindi sapere se l’arma possa essere stata utilizzata altre volte per altri colpi. Ciancaleone avrebbe sostenuto di avere utilizzato la pistola solo per il colpo finito nell’omicidio di Giuseppe Maver. I carabinieri di Oggiono intanto ricordano di avere aperto varie indagini su una serie di rapine compiute nella zona prima del delitto di Lecco. Paiono dunque indispensabili altri accertamenti per verificare la possibilità che Ciancaleone e magari il complice minorenne abbiano messo a segno dei colpi in precedenza.

(14/12/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags