Lunedì 22 Marzo 2004

Delitto di Suisio: 16 anni all’artigiano lecchese che uccise una giovane prostituta moldava

Sedici anni per l’omicidio di Veronica Munteanu, giovane prostituta moldava e 2 due anni per la rapina consumata ai danni della vittima. Questa la sentenza di condanna nei confronti di Giovanni Landi, 31 anni, l’artigiano di Verderio (Lecco), autore del delitto, inflitta stamane dal giudice dell’udienza preliminare nell’ambito del processo con rito abbreviato: formula che consente lo sconto di un terzo sulla pena. Il Pm aveva chiesto una pena più mite: 10 anni e 8 mesi.

L’omicidio di Veronica Munteanu risale all’anno scorso quando la mattina del 26 aprile il cadavere della giovane moldava venne trovato nelle campagne di Suisio. Gli investigatori hanno impiegato una settimana per dare un volto e un nome all’assassino, scovato tra i clienti della lucciola, grazie all’aiuto di un’amica della vittima, che raccontò di aver subito una rapina un anno prima. L’aggressore, allora identificato, era lo stesso Landi. Sarà proprio l’artigiano, reo confesso, a raccontare come ha ucciso la ragazza: ha riferito, infatti, di aver preso male una battuta fatta dalla giovane sulla sua forma fisica. Già alticcio si è avventato contro di lei e l’ha presa per il collo e strangolata con i collant. Quindi ha abbandonato il cadavere sul ciglio della strada, portandosi via vestiti ed effetti personali.

(22/03/2004)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags