Venerdì 04 Aprile 2008

I bergamaschi all’Adamello Ski Raid 2008

Sono oltre cento le squadre iscritte all’Adamello Ski Raid, in programma domenica 6 aprile, ma altre potrebbero aggiungersi ancora oggi, fino al raggiungimento del tetto massimo fissato in 150 squadre. Tra gli atleti in gara spiccano numerosi bergamasci e assieme a loro nomi importanti dello sci alpinismo, quali Guido Giacomelli, neo campione del mondo che si presenta in squadra con Hansjorg Lunger e Jean Pellissier. Ma anche Mirco Mezzanotte, che gareggerà insieme a Daniele Pedrini e Pietro Lanfranchi, e poi Graziano Boscacci, Ivan Murada e Lorenzo Hotznecht. In campo femminile troviamo Michela Rizzi, Roberta Secco e Sabrina Zanon che dovranno combattere contro le fortissime Francesca Martinelli, Roberta Pedranzini e Gloriana Pellissier. Bresciani, bergamaschi, trentini, valdostani e valtellinesi si riconfermano appassionati di montagna e di grandi sfide, sono rappresentati infatti massicciamente in questa seconda edizione dell’Adamello Ski Raid, che vale anche come penultima prova della Coppa delle Dolomiti. 

L’appuntamento è per domenica alle 6 al passo Tonale. Ad attirare un numero così alto di partecipanti è sicuramente la spettacolarità del percorso, che prevede il passaggio da alcuni dei luoghi più amati dagli sci alpinisti. Gli atleti risaliranno l’alveo Presena e raggiungeranno Cima Presena per poi scendere al rifugio Città di Trento al Mandrone. Da lì si risale al rifugio Ai caduti dell’Adamello alla Lobbia alta, quindi si prosegue sino al cannone di Cresta Croce e, una volta raggiunto il Pian di neve, si prosegue fino all’Adamello. Da lì inizia la discesa al passo degli Inglesi e al lago Veneroccolo, passando proprio sopra ad una delle dighe Enel (l’ente, oltre ad essere sponsor della gara, fornisce un importante supporto organizzativo mettendo a disposizione le proprie funivie per il trasporto in quota dei materiali e degli uomini del Soccorso alpino, che insieme ai volontari dell’Adamello Ski Team e del Cai Pezzo-Pontedilegno garantiranno la sicurezza durante la gara). Infine, da cima Venezia prende il via la lunga discesa che attraverso il canalino Pisgana conduce a Pontedilegno in Val Sozzine e al palazzetto dello sport, dove è posto l’arrivo e dove le prime squadre sono attese attorno alle 11

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags