Martedì 11 Febbraio 2014

Il parco di Valbrembo si fa interattivo

App e concorso per «viverlo» meglio

la nuova app

È nata la nuova app delle Cornelle. Il parco faunistico di Valbrembo diventa quindi interattivo grazie alla nuovissima applicazione ideata da Leonardo Delfini, fotografo e consulente web del parco.

«L’idea della app nasce con l’obiettivo di rendere maggiormente fruibile il parco faunistico da parte dei visitatori grazie a questo nuovo profilo di interattività e tecnologia – spiega Delfini –: si tratta, infatti, di una novità tecnologica piuttosto funzionale e una novità assoluta nei parchi faunistici italiani, almeno per come è stata pensata». Il visitatore, sia esso un appassionato di animali, una famiglia con i bambini, un esperto o più semplicemente un curioso «può scaricare gratuitamente la app “Le Cornelle” che può essere utilizzata sia per Apple che per android ed è fruibile anche sui tablet: grazie a questa applicazione, il visitatore avrà una guida interattiva che lo accompagnerà per tutto il percorso del parco faunistico». In particolare, «si troverà nella schermata dell’home page tre distinte sezioni – prosegue Delfini –: la mappa, le news e, infine, le schede degli animali. Cliccando su una di esse potrà così essere aggiornato su ciò che desidera sapere del parco».

La mappa, nello specifico, «permette al visitatore di sapere esattamente dove si trova e, grazie a un sistema di geolocalizzazione e ingrandendo a piacimento per una consultazione più agile, nel punto in cui egli si trova gli viene suggerito quali sono gli animali più vicini da poter visitare». Nella sezione news, invece, «in qualsiasi momento potrà conoscere le ultime attività compiute dagli animali o le iniziative del parco faunistico, oltre a conoscere i nuovi nati, come per esempio il piccolo di canguro rosso nato da poco; infine, per ciascun animale, il visitatore può conoscere l’origine, la vita, l’habitat naturale e l’alimentazione grazie a delle apposite schede su cui l’interessato potrà cliccare quando si trova dinnanzi all’animale e che mostreranno anche una fotogallery dell’esemplare».

Nonostante la app sia stata appena ideata, «stiamo già lavorando su possibili miglioramenti, come la funzione che riproduce i suoni degli animali o la possibilità di inserire il proprio volto nella sagoma dell’animale preferito: in questo modo, la app sarà ancora più divertente e, soprattutto i bambini, potranno essere coinvolti in un gioco interattivo».

Le novità delle Cornelle, però, non si fermano alla nuova app. «Abbiamo appena premiato la vincitrice del nostro concorso che permette ai fan che accedono alla nostra fanpage di Facebook “Le Cornelle” di suggerire un nome ai nuovi nati – spiega Delfini–: una signora di Milano ha indicato il nome Sidney per l’ultimo canguro rosso nato a gennaio, che è piaciuto alla giuria del concorso. Già a partire da questo fine settimana, inoltre, ripartirà un nuovo concorso per assegnare i nomi ai nuovi animali nati e al vincitore saranno assegnati dei premi, come per esempio un biglietto gratuito per una giornata alle Cornelle».

Filippo Grossi

© riproduzione riservata