Mercoledì 07 Maggio 2008

In volo migliaia di coccinelle sui tigli di Bergamo

Già ce li vediamo i bambini della scuola elementare Cavezzali partecipare giovedì 8 maggio alla liberazione di migliaia di coccinelle, uno degli insetti più belli, più amati e considerato da sempre un portafortuna. A Bergamo queste coccinelle saranno ora un portafortuna per i viali alberati di via Bellini e del parco del Polaresco, una nuova iniziativa volta a proteggere la salute dei tigli.Nell’ambito di un innovativo progetto di gestione delle aree verdi della seconda Circoscrizione, sono state infatti individuate le alberate di via Bellini e del Polaresco come «aree pilota» in cui effettuare introduzioni massicce di adulti di coccinella della specie Adalia bipunctata (la comune coccinella a due puntini neri) su alberi di Tiglio comunemente infestati dall’«afide Eucallipterius tiliae». Scopo dell’intervento è infatti quello di limitare le pullulazione di afidi, dannose per questi alberi, e cibo prelibato proprio per le coccinelle.
Le afidi, infatti, succhiano la linfa delle piante provoncando un danno diretto e talora anche un danno indiretto , meno grave per la pianta, legato all’emissione di un’escrezione zuccherina detta «melata» che imbratta la chioma delle piante ed i manufatti sottostanti. Fortunatamente, nell’ecosistema urbano è presente una lunga serie di organismi utili, per lo più altri acari ed insetti, che vivono a spese di quelli dannosi e ne garantiscono il controllo.

Il «lancio delle coccinelle», ossia la loro liberazione è stato effettuato nella giornata di sabato 3 maggio e giovedì 8 maggio se ne verificherà un altro con l’intervento degli alunni di alcune classi della scuola elementare Cavezzali. Si tratta di un vero e proprio programma di difesa biologica-integrata che porterà progressivamente ad un potenziamento dei fattori di controllo naturali nell’ecosistema urbano e, inevitabilmente, ad una situazione di maggiore stabilità ambientale.

(07/05/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata