Domenica 28 Dicembre 2003

Maxirissa con un marocchino ferito sabato notte in via San Giorgio

Una maxirissa, scoppiata sabato notte in un bar di via San Giorgio, ha visto coinvolti una quarantina di extracomunitari nord africani, ma quando sul posto, all’altezza del civico 1, sono giunte le pattuglie dei carabinieri - non soltanto dal comando di Compagnia di Bergamo, ma anche dalla zona di Treviglio - e quelle del comando della Guardia di Finanza, allertate da alcuni residenti, dei quaranta extracomunitari non vi era più traccia. Solo due persone erano ancora nei pressi del bar, un cittadino senegalese e un giovane marocchino pesto e sanguinante. Mentre quest’ultimo veniva trasportato in ospedale per esservi trattenuto in osservazione con una prognosi di una ventina di giorni, il senegalese è stato denunciato a piede libero per lesioni.

Complicata la ricostruzione di quanto accaduto. In base agli accertatamenti degli uomini dell’Arma, poco prima delle 3, tra un gruppo di extracomunitari - circa 40 persone che in quel momento affollavano l’interno e l’esterno del bar - scoppiava, per futili motivi, un diverbio, nel corso del quale un giovane marocchino di 23 anni veniva duramente percosso e costretto a scappare. Venti minuti più tardi il ventitreenne tornava sul posto e la rissa si ripeteva, questa volta con la partecipazione di alcune decine delle persone presenti e tra queste anche uno dei baristi del locale pubblico, un cinquantenne di nazionalità senegalese. Ed era quest’ultimo, sempre secondo quanto accertato dagli investigatori, a infierire sul giovane marocchino, colpendolo al capo con un bastone. Poi, l’allarme, la richiesta di aiuto ai carabinieri e l’intervento di numerose pattuglie con la successiva fuga nel buio della quasi totalità degli extracomunitari.

(28/12/2003)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags