Lunedì 18 Agosto 2014

Predore, incontro «ravvicinato»

Ecco la biscia che cattura un pesce

Predore, incontro ravvicinato con una biscia d'acqua dolce: ecco la sequenza

Secondo i residenti del Sebino non è un evento raro incontrare una biscia d’acqua dolce sul lago d’Iseo. Certamente meno usuale è vederla in azione mentre cattura un pesce, lo porta a riva per vincerne la resistenza e poi si allontana tranquilla per potersi godere in santa pace il suo pasto.

Le foto del nostro lettore Roberto sono state scattate poco prima delle 20 del 12 agosto non lontano dal centro abitato di Predore: ecco il suo racconto. «Mi sono fermato per ammirare il panorama del sole al tramonto (più tardi è arrivato un diluvio tremendo) quando mia moglie ha visto qualcosa che si muoveva dal largo verso riva».

«Che strano pesce, ci siamo detti. Altro che pesce, era un serpente... Poi ci siamo documentati e l’animale dovrebbe essere una biscia d’acqua dolce. Aveva appena catturato un pesce».

«Perché viene a riva? Ce lo siamo domandati per qualche secondo. Poi abbiamo capito: il pesce continuava a dimenarsi, seppure stretto nella bocca della biscia. Che, per evitare di perdere la preda, l’ha portata a riva. L’ha appoggiata su una roccia e ha aspettato pazientemente, sempre stringendo le fauci».

«Solo dopo circa 5 minuti, quando il pesce ha smesso di opporre resistenza, la biscia si è rituffata in acqua. Si è diretta a Nord, probabilmente nella sua tana per la cena... In quei 5 minuti abbiamo scattato alcune foto interessanti: le vogliamo condividere con il lettori».

Eccole

© riproduzione riservata