Lunedì 03 Marzo 2003

Preso con 17 dosi di coca, si difende «Uso personale». Arrestato e condannato

Quando è stato arrestato aveva 17 dosi di cocaina nascoste in parte nelle tasche del giubbino e in parte negli slip. Oggi in tribunale si è difeso sostenendo che la droga era per uso personale. Ovviamente non è stato creduto - anche perché era stato visto spacciare una dose poco prima del fermo - e così è finito in carcere, dove sconterà un anno e due mesi di reclusione al termine dei quali verrà espulso dall’Italia. Protagonista della vicenda un nigeriano di 24 anni sorpreso da un maresciallo dei baschi verdi della Guardia di Finanza sabato a mezzogiorno in via Quarenghi, a Bergamo. Oggi si è svolto il processo per direttissima: l’immigrato è stato anche condannato a pagare 3.000 euro di multa. Era arrivato da pochi giorni a Bergamo: resterà in città per un po’, ma dietro le sbarre del carcere di via Gleno.

(3/3/03)

Su L’Eco di Bergamo del 4 marzo 2003

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags