Lunedì 06 Ottobre 2008

Regione, un aiuto alle Comunità Montane

La Regione fa quadrato attorno alle 23 Comunità Montane, Bergamasche comprese, e le sostiene premiando chi dimostra di realizzare i progetti presentati. Per questo mette a disposizione oltre 30 milioni di euro, di cui 19 derivanti dal Fondo per la Montagna 2008, 9 dalla legge regionale n. 6 del 2002 e 3 provenienti da economie riferite a riparti del Fondo Montagna tra il 2000 e il 2007. Questi alcuni dei temi affrontati nella conferenza stampa cui hanno partecipato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, l’assessore alle Risorse, Finanze e Rapporti istituzionali, Romani Colozzi, il presidente dell’UNCEM (Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani), Enrico Borghi, e il presidente della sezione lombarda dell’UNCEM, Livio Ruffinoni.La Lombardia ha portato da 30 a 23 il numero delle Comunità mediante l’accorpamento di quelle esistenti, aggregandole in nuove zone omogenee. Sono stati raggiunti gli obiettivi di risparmio previsti dalla normativa statale con la diminuzione dei componenti degli organi (assemblea e giunta esecutiva) da 2.000 a 500, con un conseguente abbattimento delle indennità. Il nuovo assetto delle Comunità montane sarà effettivo a decorrere dalle elezioni amministrative del 2009.Nelle prossime settimane sarà discusso il Codice delle Autonomie che disegnerà l’assetto istituzionale della Repubblica - spiega il presidente Formigoni -. Riteniamo che non abbia senso abolire le Comunità montane. E’ necessario invece pensare, a livello nazionale, a una strategia di rilancio della montagna: in primo luogo con la definizione di parametri precisi e logici attraverso i quali definire i criteri di montanità; in secondo luogo con l’annullamento degli sprechi e con il sostegno alle insostituibili funzioni delle Comunità montane (quali ad esempio la prevenzione del rischio idrogeologico, lo sviluppo e tutela del territorio, la prevenzione di incendi boschivi).Questo il riparto degli oltre 30 milioni di euro fra le Comunità montane lombarde e i Comuni capoluogo in parte montani. MONTE BRONZONE E BASSO SEBINO 561.946 ALTO SEBINO 566.167 VALLE CAVALLINA 597.077 VALLE SERIANA SUPERIORE 1.354.236 VAL DI SCALVE 996.682 VAL SERIANA 917.038 VAL BREMBANA 1.286.638 VALLE IMAGNA 817.409 VALLE SAN MARTINO475.943OLTREPO’ PAVESE 1.290.324 ALTO GARDA BRESCIANO 981.544 VALLE SABBIA 2.417.677 VAL TROMPIA 1.188.066 VALLE CAMONICA 2.378.305 SEBINO BRESCIANO 682.048 LARIO ORIENTALE 875.180 VALSASSINA 959.184 TRIANGOLO LARIANO 904.969 LARIO INTELVESE 777.830 ALPI LEPONTINE1.064.023 ALTO LARIO OCCINDENTALE840.786 VALTELLINA BORMIO2.328.621 VALTELLINA TIRANO1.073.421 VALTELLINA SONDRIO1.534.618 VALTELLINA MORBEGNO1.091.768 VALCHIAVENNA1.290.076 VALCERESIO 632.903 V VALGANNA E VALMARCHIROLO 469.902 VALLI DEL LUINESE716.170 VALCUVIA 631.117 COMO 38.168 LECCO 67.379 SONDRIO115.732 VARESE 43.938TOTALE 31.966.885(06/10/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags