Venerdì 20 Giugno 2008

Responsabilità sociale
Un premio per l’A2A

A2A, la multiutility nata dalla fusione tra Asm Brescia e Aem Milano, si è aggiudicata il premio Ceep Csr Label, il bollino di riconoscimento per le aziende che si distinguono nell’applicazione degli standard europei sulla responsabilità sociale d’impresa. Il premio, promosso dalla Commissione Europea e dal Centro Europeo delle aziende di servizi di pubblica utilità, è parte integrante del progetto Discerno Plus che promuove all’interno dell’Unione Europea, le attività della Responsabilità Sociale.All’edizione - le cui selezioni sono iniziate nel dicembre 2006 e la cui premiazione è avvenuta questa mattina a Roma all’Auditorium dell’Ara Pacis - hanno partecipato 269 aziende provenienti da Germania, Francia, Italia, Polonia e Romania, e soltanto a 36 di queste è stato riconosciuto il Ceep Label, ovvero la possibilità di fregiarsi del bollino che testimonia il rispetto degli standard europei di etica e responsabilità sociale. Tra queste 36 sono 5 le best practices, tra cui per l’Italia A2A, che hanno meritato una menzione speciale in quanto hanno raggiunto i livelli più elevati di etica e responsabilità sociale nelle quattro aree di monitoraggio: nel mercato, nell’ambiente, nel lavoro aziendale, nello sviluppo territoriale.Questo premio viene assegnato a quelle aziende che integrano le norme sociali e ambientali, su base volontaria, nella propria attività. È concesso a seguito di una dettagliata analisi di una serie di 55 criteri e una ben consolidata metodologia di valutazione in quattro aree principali: Governance (Corporate governance), Stakeholders e il dialogo sociale (clienti, personale, Enti Locali, ecc…), Ambiente (impatto ambientale e sostenibilità), Reporting (RSI internazionale e le indicazioni UE). Proprio in quest’ottica A2A ha annullato volontariamente, il 30 aprile 2008, sul registro Apat, ben 30.826 tonnellate di CO2. Un segnale di buona volontà per contribuire in modo concreto all’abbattimento delle emissioni di gas serra. (20/06/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata