«Sembrava la guerra del Vietnam» Stadio, i residenti non ne possono più

«Sembrava la guerra del Vietnam»
Stadio, i residenti non ne possono più

I residenti della zona attorno allo stadio non ne possono più. All’indomani della «bella serata» i commenti dicono che gli abitanti sono esausti del continuo ripetersi di fatti come quello di sabato sera.

«Sembrava la guerra del Vietnam», ha detto uno di loro mostrando i lacrimogeni e i sassi rimasti nel parcheggio della curva Sud dopo la guerriglia che ha visto affrontarsi i «tifosi» dell’Atalanta e le forze di polizia.

Stadio il giorno dopo: un lacrimogeno nel parcheggio della Sud

Stadio il giorno dopo: un lacrimogeno nel parcheggio della Sud
(Foto by Beppe Bedolis)

Per l’occasione erano circa 350 fra carabinieri, poliziotti e finanzieri in servizio a Bergamo, oltre all’elicottero della Polizia di Stato che ha pattugliato l’area per più di tre ore. Solo l’elicottero costato alla collettività circa 12 mila euro (4 mila euro l’ora).

Il giorno dopo la zona attorno allo stadio sembrava tornata alla normalità, ripulita nella notte dai mezzi dell’A2A, con ulteriori costi per la città.

Ma gli abitanti e i commercianti non hanno dubbi: bisognerebbe vietare - dicono - le trasferte ai tifosi almeno nelle partite a rischio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA