Una colletta mondiale per la ricostruzione Si attiva il mondo del lusso francese

Una colletta mondiale per la ricostruzione
Si attiva il mondo del lusso francese

Il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso di una breve dichiarazione dinanzi a Notre-Dame, ha annunciato che una raccolta una colletta nazionale e internazionale per raccogliere i fondi volti alla ricostruzione della cattedrale colpita dall’incendio sarà avviata già da martedì.

Ad occuparsene dovrebbe essere La Fondation du Patrimoine che lancerà una sottoscrizione nazionale per raccogliere dei fondi in modo da poter partecipare alla ricostruzione di Notre-Dame di Parigi: il sito è momentaneamente rallentato, probabilmente a causa dei troppi accessi.Tutto il mondo guarda verso la Francia, nel grande dolore per quanto accaduto a un simbolo della storia.

I colossi del lusso transalpino non risparmiano in generosità per contribuire a ricostruire la cattedrale parigina di Notre Dame. A far scattare la raccolta fondi è stata la famiglia Pinault, a capo di Kering, che da subito ha risposto all’appello e ha annunciato la donazione di 100 milioni di euro. Poche ore dopo, l’altro big del lusso Lvmh e la famiglia Arnault che lo controlla, hanno risposto rilanciando e raddoppiando: 200 milioni di euro.

Francois-Henri Pinault, presidente e AD di Kering, gruppo che possiede marchi di lusso tra cui Gucci, Pomellato, Saint Laurent, e presidente di Groupe Artémis, ha annunciato che donerà oltre 100 milioni di euro per la ricostruzione della cattedrale, versati proprio tramite Artémis, la società di investimenti della sua famiglia. «Mio padre ed io – ha fatto sapere in un comunicato ufficiale, ripreso dai media francesi – abbiamo deciso di donare 100 milioni di euro per contribuire agli sforzi necessari per la completa ricostruzione di Notre Dame”, si legge. E a ruota è arrivato l’annuncio della famiglia Arnault, che in orbita al suo Lvmh ha oltre 70 marchi tra cui Christian Dior, Bulgari, Guerlain e Louis Vuitton, e che donerà 200 milioni di euro. “La famiglia Arnault e il gruppo Lvmh vorrebbero mostrare la loro solidarietà in questo momento di tragedia nazionale e si associano alla ricostruzione di questa straordinaria cattedrale, che è un simbolo della Francia, del suo patrimonio e della sua unità», si legge in una nota.


© RIPRODUZIONE RISERVATA