Giovedì 12 Novembre 2009

Il dramma di un imprenditore:
nessun ordine per nove mesi

La crisi non risparmia neppure i settori di eccellenza e di nicchia: è il caso della Omf Turra di Grumello del Monte, azienda specializzata nella costruzione di macchine per lo stampaggio di alta precisione della plastica. Un'azienda unica in Italia nel suo genere, capace di realizzare matrici per oggetti che vanno dagli iniettori per motori allo spazzolino da denti.

Per nove mesi - ha raccontato Mario Turra, amministratore delegato, ai microfoni di Bergamo in Diretta, andata in onda su Bergamo Tv - il telefono è rimasto muto. Neppure un ordine, una cosa mai vista in oltre 50 anni di carriera. L'azienda all'inizio ha tenuto duro, per un po', anche nel tentativo di mantenere il posto di lavoro per i suoi 24 dipendenti. Ma alla fine non ce l'ha più fatta, e a luglio è stato chiesto il concordato preventivo.

I nostri clienti - ha raccontato Turra - un po' per questioni di insicurezza, un po' per mancanza di finanziamenti, non hanno più acquistato. Il magazzino si è svuotato e alla fine i dipendenti sono finiti in cassa integrazione. Si tratta di operai specializzati, ha spiegato l'amministratore delegato, che probabilmente troverebbero un posto con facilità: ma nessuno di loro l'ha fatto, sperando in una rinascita della Omf.

Il concordato avrebbe potuto essere chiesto prima, ma Mario Turra non l'ha voluto fare per i suoi dipendenti, a costo di rimetterci di più a livello personale. Ora l'azienda spera che qualche imprenditore possa intervenire per risollevare le sorti della Omf, perché il patrimonio di conoscenze e specializzazione non vada perduto.

r.clemente

© riproduzione riservata