Giovedì 11 Marzo 2010

Expo 2015, riunito il tavolo di lavoro
L'obiettivo sono i progetti di eccellenza

Nella sede della Provincia si è tenuto giovedì il primo incontro del Tavolo di coordinamento provinciale per Expo, costituito il 26 ottobre 2009 e creato al fine di raccogliere e coordinare le iniziative del territorio provinciale da proporre in vista dell'Expo 2015.

Il tavolo è così composto: il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano; l'assessore provinciale all'Expo Silvia Lanzani e il dirigente Giuseppe Epinati; l'assessore provinciale al Turismo Giorgio Bonassoli, in rappresentanza del settore turistico; il segretario generale della Camera di commercio di Bergamo Emanuela Prati; per il Comune di Bergamo Andrea Pezzotta; in rappresentanza dei comuni della provincia di Bergamo Michela Gelpi e Carlo Redondi; il rappresentante dei piccoli comuni della provincia di Bergamo Marilena Vitali; il rappresentante delle comunità montane della provincia di Bergamo Simone Scaburri; in rappresentanza dell'Università di Bergamo il professor Remo Morzenti Pellegrini; il coordinatore del tavolo Paolo Nozza.

L'attivazione del tavolo si inserisce nel percorso che la Provincia di Bergamo sta costruendo al fine di cogliere al meglio le opportunità che l'esposizione universale di Milano offrirà al territorio bergamasco. Tappa basilare del percorso appena avviato è la recente firma del protocollo con la società Expo Milano 2015 Spa (delibera G.P. 650 del 4/12/2009), che punta a condividere progettualità e iniziative per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico, dallo sviluppo della ricettività turistica, al potenziamento del sistema formativo a valenza tematica e allo sviluppo delle infrastrutture di trasporto.

“Stiamo inaugurando l'anno di rodaggio per la provincia di Bergamo. Expo è importante ma ha soprattutto una valenza temporale che ci impone una scadenza a cui bisogna arrivare preparati. Bisogna fare squadra – ha dichiarato il presidente Ettore Pirovano -. Stiamo vivendo un momento positivo, finanziamenti e infrastrutture attese per anni stanno arrivando, ma dobbiamo capire come gestire il cambiamento e il dopo 2015, al di là del mero approccio urbanistico”.

Come spiegato durante l'incontro, Expo 2015 rappresenta un'occasione fondamentale per la provincia: in un arco temporale ristretto (l'esposizione si aprirà il 1° maggio 2015 e si protrarrà fino al mese di ottobre) si prevede che catalizzerà circa 160.000 mila persone al giorno. Il compito del tavolo, che si riunirà con cadenza mensile e verrà coadiuvato nel lavoro da una segreteria tecnica, è quello di raccogliere i progetti di eccellenza del territorio “che andremo a porre all'attenzione della società Expo Spa” – ha detto il coordinatore Paolo Nozza -.

“Il ruolo prioritario di coordinamento della Provincia viene espletato da questo tavolo territoriale che ho fortemente voluto attivare, proprio per permettere ai soggetti territoriali interessati di esprimersi. E in questo senso abbiamo avuto le conferme dell'amministratore delegato della società Expo Spa Lucio Stanca e del commissario straordinario per l'Expo Letizia Moratti. Il tavolo raccoglierà istanze, idee e progetti da portare, dopo un'attenta valutazione nel merito, all'attenzione della società Expo”.

L'assessore Lanzani ha infine presentato le prime iniziative in agenda, come quello del prossimo 20 marzo all'auditorium del liceo Mascheroni per dare la parola ai giovani: “Un grande trampolino di lancio per i giovani della nostra provincia le cui migliori idee saranno premiate dalla Provincia. Le idee che emergeranno, portate a questo tavolo, potranno essere poi veicolate a livello internazionale”.

In conclusione dell'incontro, i partecipanti al Tavolo di coordinamento Expo si sono dati appuntamento mercoledì 7 aprile 2010.

a.ceresoli

© riproduzione riservata