Lunedì 19 Aprile 2010

Busetti, presidio a Confindustria
Cauto ottimismo fra i lavoratori

C'è un cauto ottimismo fra i lavoratori della Busetti. Durante il rumoroso presidio, ritmato da trombe e tamburi, organizzato davanti a Confindustria Bergamo, alcuni lavoratori hanno affermatro che le prospettive sono migliorate rispetto a quelle iniziali. Stando a quanto è emerso di recente non si parlerà più di trasferimento ma di cassa straordinaria e di mobilità per questo gruppo di lavoratori. Resta ancora da stabilire, però, chi rimarrà e con quali mansioni e chi dovrà andare via.

Grazie anche all'intervento della Confindustria, si è deciso di gestire la crisi a Bergamo, attraverso gli ammortizzatori sociali. Resta da fare chiarezza sulle garanzie da offrire nel tempo a quei colleghi che rimarranno a Bergamo a fare assistenza.

«Ci proponiamo - dicono i lavoratori - attraverso le manifestazioni che stiamo organizzando, di ottenere dalla BS, peraltro quotata in Borsa, un po' di chiarezza su quello che sarà il nostro futuro. Perché tra noi c'è chi ha il mutuo della casa da pagare, le rate dell'auto e una famiglia da crescere».

e.roncalli

© riproduzione riservata