Domenica 01 Agosto 2010

Il gruppo Index lancia la sfida
Gas ed elettricità a ricarica

Scommette sul settore dell'energia il gruppo Index di Stezzano, e lo fa proponendosi come distributore di energia elettrica e gas con il marchio IndexEnergy Energia Ricaricabile: «approcciando il mercato come nessuno ha mai fatto fino ad ora in Italia da quando c'è il libero mercato nel settore energetico». Ad annunciarlo, Gabriele Caliandro fondatore e presidente del gruppo Index, durante l'annuale convention (quest'anno alla sua 18ª edizione) svoltasi alla sede di Stezzano (e trasmessa in diretta su Betting Channel, il canale televisivo del gruppo bergamasco).

L'iniziativa prenderà avvio tra gennaio e luglio 2011 e sarà gestita dalla Index Europea Spa, società operativa che fa capo alla Index Holding. «Il primo semestre del prossimo anno sarà il periodo di sperimentazione che vedrà protagoniste una decina di province tra cui la nostra - ha spiegato a margine Caliandro -. Gli utenti potranno cambiare il loro attuale fornitore di gas e di elettricità con IndexEnergy applicando così la logica della ricarica (stile telefonino) al servizio di fornitura energetica. Il meccanismo è semplice: sarà possibile acquistare le ricariche, in altre parole kilowatt di energia o metricubi di gas, rivolgendosi ad uno dei 17.600 IndexPoint presenti in Italia (oltre 110 nella Bergamasca NdR). Impiegando la logica delle carte prepagate, il nostro servizio cancella di fatto i canoni fissi mentre il valore della ricarica non ha limiti temporali di utilizzo». Una scelta che, il patron di Index indica come particolarmente vantaggiosa per chi, per esempio, possiede una seconda o terza casa e consumi limitati.

Si potrà scegliere tra una serie di ricariche con valori compresi tra 10 e i 100 euro. «Va da sé che più aumenta l'importo della ricarica meno costerà un kilowatt di energia o un metrocubo di gas, con maggiore risparmio per l'utente». Dopo la fase di sperimentazione si andrà a regime operativo e da settembre 2011 a luglio 2012 il gruppo conta di conquistare fra il 7 e il 10% delle quote di mercato.

E questa è solo una delle novità che interessa il gruppo Index che, con la Index Holding è anche operativa in altri ambiti come i servizi postali, l'utilizzo dei telefonini per i pagamenti, le scommesse, il gioco, l'acquisizione di biglietti aerei e ferroviari e per spettacoli, la regalistica e i centri benessere. Una seconda novità riguarda il settore telematico «con la nascita di postazioni di navigazione Internet con il nuovo marchio "Navi-Go!" della IndexRent srl, società del gruppo specializzata nel noleggio di mezzi di trasporto terra, mare e aria e in tecnologie innovative», ha evidenziato Caliandro. Scegliendo la soluzione di connessione dei «Navi-Go!» in wi-fi non è richiesta nessuna autorizzazione di Internet Point: spetta cioè all'operatore e non al locale commerciale identificare gli utilizzatori e tenere traccia dei log di navigazione richiesti dalla normativa.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata