Giovedì 19 Agosto 2010

Meno bovini, più vacche da latte
E diminuiscono gli allevatori

Meno bovini in provincia di Bergamo, anche se, nonostante tutte le questioni in corso su quote e prezzo, aumentano le vacche da latte. È quanto emerge dai dati sul comparto alla fine del primo semestre elaborati dell'Ufficio Tecnico-economico di Confagricoltura Bergamo. «Uno dei dati che più balzano all'occhio - sottolinea il presidente di Confagricoltura Bergamo, Renato Giavazzi - è l'aumento del numero di vacche da latte verificatosi nella nostra provincia da un anno a questa parte. A giugno si contavano infatti nei nostri allevamenti 58.100 vacche da latte rispetto alle 53.500 di un anno prima. Potrebbe però trattarsi di un fenomeno già destinato ad esaurirsi, in quanto l'entrata in produzione di questi capi è avvenuta quasi interamente nel secondo semestre 2009, mentre negli ultimi sei mesi non abbiamo assistito a incrementi significativi della produzione».

A Bergamo si producono attualmente quasi 3 milioni e 800 mila quintali di latte, pari all'8,5% della produzione lombarda. Si tratta di latte di elevata qualità, che confluisce in larga misura in formaggi con il riconoscimento comunitario della Dop. Il numero di allevamenti da latte in provincia di Bergamo è peraltro in calo da circa un decennio ed è sceso attualmente alla soglia delle 900 aziende, oltre il 23% in meno rispetto al 2001.

Leggi di più su L'Eco di Bergamo oggi in edicola

e.roncalli

© riproduzione riservata