Venerdì 01 Luglio 2011

Sindacati e accordo del 28 giugno
La Uil: «Attenti alla fretta eccessiva»

«L'esecutivo della Cisl di Bergamo, in una nota diramata giovedì, ha annunciato che la segreteria provinciale dello stesso sindacato, come riportato dai quotidiani locali, chiederà a Cgil e Uil un incontro per definire, in coerenza con l'accordo interconfederale siglato a livello nazionale insieme a Confindustria, i criteri di elezione delle Rappresentanze sindacali unitarie nelle categorie».

Sul tema interviene Marco Cicerone, segretario generale Uil Bergamo che prosegue: «  Il segretario generale della Cgil di Bergamo, Luigi Bresciani, dal canto suo ha risposto con una lettera nella quale, dichiarando la disponibilità a un incontro, mette pure numerosi puntini e sottolineature sul testo della Cisl.

Come Uil di Bergamo in questo momento riteniamo importante ribadire che, pur apprezzando l'invito della Cisl a mettere in calendario un incontro tra le segreterie confederali orobiche per una applicazione coerente delle intese sottoscritte, siamo ancora di fronte a comunicati stampa che abbiamo avuto modo di apprendere dai giornali locali. Oltretutto il dibattito all'interno delle singole organizzazioni sull'accordo siglato il 28 giugno è ancora aperto è, consideratane la portata, va interpretato non solo testualmente, ma pure secondo l'indirizzo che le segreterie nazionali hanno inteso dare all'accordo stesso.

Per quanto riguarda, inoltre, la Uil di Bergamo, abbiamo già programmato per il prossimo 22 luglio una riunione del Direttivo provinciale allargato, con la presenza del segretario confederale nazionale, Antonio Foccillo, proprio per approfondire i contenuti dell'intesa, e per valutare con le categorie i margini d'azione locale che questa permette nel rapporto con le altre confederazioni. Ritenere in fine, in maniera più o meno capziosa, di potersi già ora addentrare sui singoli punti dell'accordo appare un esercizio un po' frettoloso. Forse è meglio ricordare un vecchio adagio bergamasco che ricorda come “le gatte frettolose fanno i micini orbi"».

r.clemente

© riproduzione riservata