Sabato 01 Dicembre 2012

L'artigiano in Fiera di Milano
con 70 aziende bergamasche

Sono settanta le aziende orobiche presenti quest'anno alla Fiera dell'artigianato di Milano, la più importante mostra mercato internazionale del settore che ha aperto i battenti sabato 1° dicembre per concludersi domenica 9 dicembre. La 17ª edizione della tradizionale rassegna si presenta ricchissima di novità legate soprattutto alla forte presenza bergamasca.

Bergamo in Artigiano in Fiera
Come lo scorso anno, la nutrita collettiva degli artigiani e del sistema economico e turistico bergamasco è collocata nel cuore del padiglione 3, vicino alla storica presenza dell'artigianato dell'Alto Adige, del Trentino, della Toscana, della Campania, delle Marche... in corrispondenza del collegamento con il padiglione Europeo, in una delle aree più frequentate e originali di tutta la fiera. Bergamo si trova così a ridosso di regioni dove più alta e qualificata è l'offerta turistica per la stagione invernale in montagna, quali Trentino, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Abruzzo, fatto che ha stimolato le Comunità Montane bergamasche a realizzare un programma di iniziative senza precedenti, grazie al supporto di Camera di Commercio e di Provincia.

Presenza di espositori bergamaschi ancora in crescita
L'eccezionale adesione delle imprese bergamasche, che partecipano alla rassegna sia in forma diretta, sia attraverso la rappresentanza istituzionale, colloca Bergamo tra le province con la maggior presenza di imprese. Una partecipazione che punta a valorizzare e promuovere l'importanza del settore artigianale nell'economia bergamasca.

Tuttavia non è solo il numero dei partecipanti a rendere interessante l'area bergamasca. Un rilievo particolare lo assumono la qualità e l'eterogeneità dei prodotti esposti, tra i quali spiccano eccellenze nei vari comparti, con merceologie che rispecchiano la natura e le potenzialità del territorio, uno dei distretti artigianali più importanti d'Europa.

L'Agenda del «Saper Fare»
A scorrere l'elenco delle specializzazioni presenti, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Al primo posto si colloca la presenza di aziende del settore Agroalimentare e Prodotti Tipici, Arredo e Complemento, Accessori Moda e Tessile oltre che dell'estetica, cosmesi, bigiotteria, Artigianato Artistico ed Etnico e la Promozione Turistica e Culturale.

In linea con la tendenza del mercato che spinge un numero crescente di aziende di produzione a ricercare il rapporto diretto con il consumatore, sono molti gli spacci aziendali o outlet bergamaschi presenti. Sarà quindi possibile ammirare e acquistare articoli di fattura artigianale quali camiceria di qualità e maglieria, pelletteria, biancheria per la casa che vedono proprio nella Valle Seriana uno dei distretti di produzione più importanti e raffinati d'Italia.

Ricercatissimi, i produttori bergamaschi di bigiotteria presenteranno il meglio della loro produzione artigianale, da sempre molto apprezzata e ricercata dal pubblico femminile alla ricerca di originali idee regalo con il miglior rapporto qualità prezzo.

Il prodotto alimentare e gastronomico di qualità si colloca per il primo anno al vertice con il 25% dei partecipanti, trascinato dalla storica presenza dei produttori aderenti al marchio «Bergamo città dei mille… sapori» e dalla forte connotazione turistica e ambientale di questa edizione caratterizzata dalle partecipazioni collettive.

Il vantaggio competitivo: l'innovazione
Lo spirito innovativo delle imprese di Bergamo e provincia emerge in modo significativo in questa edizione. Di sicuro successo la presenza di 7 aziende presentate e sostenute da Bergamo Sviluppo, l'Azienda Speciale della Camera di Commercio, nell'ambito del progetto dell'Incubatore d'Impresa. Le aziende si presenteranno al vasto pubblico dell'Artigiano in Fiera con progetti che si distinguono per il contenuto innovativo. Oltre al valore intrinseco delle proposte di queste aziende, emerge in modo significativo la loro interconnessione con il mondo dell'artigianato bergamasco, attraverso l'offerta di servizi tecnologici e servizi tesi a creare opportunità commerciali per Reti di imprese Artigiane.

L'idea prende forma: il design
Nella nuova area dedicata all'eccellenza dell'arredo e del design lombardo, denominata AF Abitare la Casa (padiglione 4), emergono in modo significativo le proposte di Dario Austoni, il giovane designer di Chiuduno che ha saputo trasformare e valorizzare la sua attività di carpenteria metallica e lavorazione della lamiera in esclusivi elementi d'arredo e complementi al top dell'innovazione e del design. Le sue creazioni si sono rapidamente affermate sul mercato e si possono trovare in molti locali di tendenza.

In Abitare la Casa, significativa anche la partecipazione di due aziende specializzate nella produzione di serramenti e infissi, rispettivamente la Capelli Serramenti di Brembate Sopra, la FB Serramenti di Bugada di Valsecca la CPR di Cucchi di Romano, società specializzata nell'isolamento e la AB Parquet di Almè, specializzata in ricercate soluzioni di pavimentazione in legno e parquet.

La ditta Argentiero di Ciserano propone invece i suoi innovativi sistemi per la trasformazione della vecchia vasca da bagno in un'autentica «Home Spa» o in un più semplice box doccia ipertecnologico.

Marketing territoriale e turistico
Il grande successo dell'Artigiano in Fiera, cresciuto di edizione in edizione, con tre milioni di visitatori e oltre 2.900 espositori provenienti da tutto il mondo, ha trasformato la partecipazione delle aziende e delle istituzioni anche in una grande azione di marketing territoriale e turistico per tutto il territorio bergamasco.

Un aspetto colto anche dalla Camera di Commercio e dalla Provincia di Bergamo che, nonostante il grave momento congiunturale, hanno voluto sostenere questo progetto di marketing territoriale in continuo sviluppo negli anni, tanto che in questa edizione lo spazio dedicato alla promozione del territorio è sensibilmente aumentato rispetto allo scorso anno. Un grande lavoro sinergico che ha coinvolto in primo luogo l'ente camerale e quello provinciale insieme alle Associazioni Artigiane e con il supporto di UBI Banca Popolare di Bergamo, Credito Bergamasco - Gruppo Banco Popolare e delle BCC Istituti di Credito Cooperativo della Provincia di Bergamo, che hanno a cuore lo sviluppo economico e sociale del territorio.

I visitatori potranno ammirare la tradizione delle botteghe artigiane bergamasche nell'ampia proposta di laboratori dal vivo realizzati da maestri lignei Giò Locatelli di Osio Sopra, Osvaldo Personeni e Claudio Frigeni di Pontida. Significativa, nel settore della promozione turistica, la presenza istituzionale con il ricco programma di eventi organizzati dall'Assessorato al Turismo della Provincia di Bergamo e dalla Camera di Commercio, coordinate da Bergamo Turismo in collaborazione con le Comunità Montane della Valle Brembana, Imagna, Seriana, dei Laghi e dell'Isola Bergamasca. Sarà loro compito promuovere le bellezze paesaggistiche e culturali del territorio supportati da gruppi folkloristici e dalle loro gustose specialità gastronomiche e lanciare così concretamente la stagione invernale.

L'offerta turistica
L'offerta messa in atto da Camera di Commercio e da Provincia di Bergamo in collaborazione con «Ciesse Servizi srl», ha incontrato un'ampia adesione. Una grafica accattivante e un programma coinvolgente caratterizzano la presenza dei vari territori nei nove giorni di esposizione, durante i quali si proporranno oltre alle bellezze paesaggistiche, la qualificata offerta alberghiera, i Centri Termali e Benessere, le nuove strutture per il turismo d'Avventura e l'offerta turistica per chi intende vivere con forte emozione il tempo libero, la qualità e genuinità dei prodotti del territorio bergamasco e la capacità e la fantasia degli chef.

La Valle Seriana e la Valle di Scalve
La consueta vivacità dell'artigianato, dell'offerta turistica e la ricchezza delle specialità alimentari della Valle Seriana saranno presentati da PromoSerio, con un programma molto ambizioso che riesce a integrare la grande tradizione turistica ed economica della Valle con spunti innovativi importanti nel distretto dell'energia rinnovabile e proposte turistiche originali e di sicuro interesse per il pubblico milanese, con uno staff di guide alpine che presenteranno affascinanti ciaspolate tra le nevi, oltre alla visita all'Ecomuseo Minerario.

La novità: la presenza collettiva degli operatori della Valle Imagna
Oltre all'immancabile ricca proposta di oggetti frutto della tradizione della tornitura del legno, l'ecoturismo e l'eccellenza agroalimentare, coniugato con la significativa presenza dei ristoranti e Hotel della valle, sarà il vero protagonista della partecipazione della Valle Imagna con la presentazione del Parco Avventura e della crescente offerta Termale e dei Centri Benessere del territorio, molto apprezzati dal pubblico milanese. La presenza della Comunità Montana della Valle Imagna risulta essere la più numerosa tra le collettive.

Sono circa 20 gli operatori che hanno aderito alla manifestazione, promossa dalla Comunità Montana della Valle Imagna in compartecipazione con i Distretti del Commercio: «Colline orobiche» e «In Valle Imagna: tradizione e qualità» e la collaborazione di Ascom e Confesercenti, il Bim Bacino Imbrifero Montano, l'Antenna Europea del Romanico, Ecoturismo Valle Imagna, il Centro Studi Valle Imagna in collaborazione con Isot Imprenditori Sant'Omobono Terme e Coldiretti Ambito Valle Imagna.

La presenza della Valle Imagna rappresenta anche un concreto esempio di aggregazione tra imprese dello stesso distretto e di settori complementari nell'ottica di «Rete» tra imprese e istituzioni che sappiamo essere una delle chiavi del futuro delle nostre imprese.

L'Isola Bergamasca
La Comunità dell'Isola Bergamasca valorizzerà la grande e qualificata offerta agrituristica della zona, che negli ultimi anni è cresciuta e si è consolidata in modo significativo e con standard qualitativi elevati.

La Valle Brembana
La Comunità Montana valorizzerà il territorio incentrando la propria azione sulla promozione turistica, dei prodotti tipici locali (formaggi, salumi, dolci e birra artigianale), nonché di alcune produzioni dell'artigianato locale in ferro battuto e pietra.

In punta di forchetta
Il grande lavoro svolto in questi anni sul territorio per far crescere la cultura gastronomica e la produzione agro alimentare, mostra i suoi frutti sia nella presenza degli espositori, sia in quella istituzionale. Significativa la partecipazione di aziende aderenti al marchio Bergamo città dei mille… Sapori e quella dei produttori di salumi e formaggi che, anche quest'anno, propongono un salto di qualità con la reinterpretazione in format Show Cooking delle migliori ricette a base di prodotti tradizionali bergamaschi, reinterpretate da chef professionisti e dai Ristoranti dei Mille Sapori.

Sarà allestita un'area Show Cooking con una cucina a vista professionale e un impianto audio e video ad hoc per permettere al maggior numero di visitatori di assistere alle «lezioni di cucina» dei nostri ristoranti. Ovviamente i prodotti base delle ricette sono i prodotti del marchio Bergamo Città dei mille.... Sapori.

Tra i 50 ristoranti tipici allestiti in Artigiano in Fiera, spicca da sempre il Ristorante Bergamasco allestito dallo staff del «Circolino» della Cooperativa Città Alta che l'anno scorso ha scelto di realizzare in fiera il clou dei festeggiamenti per il trentennale della sua fondazione. Un punto di riferimento gastronomico per bergamaschi e turisti in visita nella splendida Bergamo Alta, che per il sesto anno consecutivo prepara le migliori specialità gastronomiche bergamasche per migliaia di visitatori.

L'Artigiano in Fiera attende pubblico e operatori dal 1° al 9 dicembre Orario: dalle ore 10 alle 22,30; lunedì 3, martedì 4, mercoledì 5 dalle 15 alle 22,30; l'ingresso alla manifestazione è gratuito. Per ulteriori informazioni sulla presenza bergamasca potete visitare il sito internet: www.artigianoinfiera.it oppure contattare la Ciesse Servizi srl di Bergamo al numero 035.5098211.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata