Venerdì 12 Settembre 2003

Ascom, la formazione raddoppia a quota 100

La proposta formativa di Ascom Bergamo per la stagione 2003-2004 raddoppia. Sono infatti 100, contro i 50 dell’anno scorso, i corsi previsti dal programma che prenderà il via il prossimo 22 settembre e si concluderà nel maggio 2004. E, all’interno di un’offerta così ricca, le novità sembrano proprio non mancare: fanno infatti la loro comparsa nel calendario formativo percorsi definiti dagli stessi responsabili «innovativi ed accattivanti», che spaziano dall’avvicinamento alla grafologia all’orientamento della gestione dell’impresa in franchising, dal corso di formazione a distanza sui contratti di lavoro delle piccole e medie imprese del terziario e del turismo a quello di comunicazione e promozione delle attività commerciali attraverso Internet, fino ad arrivare a quelli dedicati alla riscoperta della cucina etrusca e alla ricostruzione dell’atmosfera dei banchetti dell’antica Roma.

«I nostri percorsi formativi - ha spiegato il presidente dell’Ascom di Bergamo Paolo Malvestiti- sono concepiti come pacchetti completi, calibrati sulle esigenze degli imprenditori e in grado di fornire competenze immediatamente applicabili. In un periodo come quello attuale caratterizzato da una forte crisi dei consumi, la formazione assume quindi una funzione ancora più rilevante verso il raggiungimento di una maggiore competitività sul mercato».

I corsi di Ascom risultano suddivisi secondo tre aree tematiche: «Gestione e sviluppo», attraverso 36 proposte di aggiornamento e qualificazione finalizzate all’ottimizzazione delle attività delle imprese; «Informatica e Web», con 26 corsi per l’avvicinamento al computer da parte delle aziende e a far conoscere loro le potenzialità delle nuove tecnologie; «I laboratori del gusto» che propongono infine 38 percorsi per il perfezionamento delle conoscenze enogastronomiche. «Quest’ultima area - ha spiegato il direttore dell’Ascom, Luigi Trigona -, considerata il vero fiore all’occhiello del programma, propone una serie di iniziative particolarmente interessanti come il corso di sopravvivenza in cucina per i principianti e i momenti dedicati alla grande ristorazione, come i corsi specialistici sull’aceto balsamico, il pesce crudo e i prodotti etnici». Sempre nell’ambito dei «Laboratori del gusto», viene proposto il percorso «La filosofia dello chef», una serie di incontri con i grandi nomi della ristorazione italiana e internazionale.

La prima parte dei corsi Ascom si svilupperà tra settembre e dicembre: la seconda tra marzo e maggio prossimi. E proprio in occasione dell’apertura del ciclo formativo primaverile verrà inaugurata ad Osio, sotto l’Accademia del gusto, un centro di formazione dotato di strumenti, attrezzature e laboratori all’avanguardia.

Il calendario, inoltre, non manca di dedicare largo spazio ai corsi e ai «master» più tradizionali: marketing, lingue e tecniche di vendita, comunicazione, Windows, World ed Excel. «Le proposte formative - ha concluso Daniela Nezosi, responsabile dell’area Formazione e sviluppo dell’Ascom - sono rivolte ai commercianti che desiderano accrescere la propria professionalità, ma anche a tutti quanti desiderano approfondire una passione e magari crearsi una nuova professione. Per questo abbiamo previsto un settore dedicato agli hobbisti e a tutti quelli che intendono sviluppare un percorso personale». Al termine di tutti i corsi viene rilasciato un attestato.

(12/09/2003)

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags