Paperoni bergamaschi in Borsa Rocca giù, Pesenti in rimonta
Carlo Pesenti

Paperoni bergamaschi in Borsa
Rocca giù, Pesenti in rimonta

Ecco i principali protagonisti bergamaschi di Piazza Affari, come rileva la consueta classifica de i «Paperoni di Borsa» stilata a livello nazionale da MF/Milano Finanza.

Nella graduatoria nazionale (che non è una classifica di reddito o di proprietà, ma solo di rendite legate alle azioni possedute) un po’ tutti gli imprenditori bergamaschi lasciano sul campo alcune posizioni rispetto a un anno fa, a cominciare dai fratelli Gianfelice e Paolo Rocca, patron della Tenaris, che dopo tempo immemore scendono dal podio e approdano al quarto posto assoluto (nel 2018 erano secondi). Ma arretramenti li fanno registrate anche Alberto Bombassei per il recente calo delle azioni Brembo e Fabio Gritti (Grifal), Ambrogio Caccia Dominioni (Tesmec), mentre si assiste alla new entry di Miro Radici dopo la recente quotazione in Borsa della Radici Pietro. Unica in controtendenza tra i bergamaschi delle prime posizioni è la famiglia Pesenti.

Nella graduatoria generale (la fotografia MF è di agosto 2019 su agosto 2018), al primo posto assoluto c’è la conferma del patriarca di Luxottica Leonardo Del Vecchio, con al secondo posto la famiglia Benetton (solo sesta 12 mesi fa), seguita dalle famiglie Agnelli-Nasi-Elkann (quinti nel 2018), mentre in netta discesa Prada che perde 4 posizioni (da terzo a settimo), con Berlusconi che torna nella Top 10.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA