Col Telelaser lungo l’Asse interurbano Ogni minuto qualcuno supera il limite

Col Telelaser lungo l’Asse interurbano
Ogni minuto qualcuno supera il limite

La prova con il comandante della polizia locale di Bonate Sotto: in 15 minuti rilevati 20 veicoli potenzialmente da multare.

E meno male che non c’è un sistema di rilevazione tipo Tutor, di quelli che la Provincia vorrebbe installare lungo l’Asse interurbano: sarebbe una strage. Per 15 minuti siamo stati a fianco del comandante della polizia locale di Bonate Sotto, Angelo Turiano. Magari vi sarà capitato di incrociarlo, appostato sulla piazzola al termine del tunnel San Roberto, lungo l’asse interurbano in direzione Bergamo.

Abbiamo assistito per un quarto d’ora al funzionamento del Telelaser, senza dare contravvenzioni, solo a scopo dimostrativo: ecco, in soli 15 minuti sono stati rilevati 20 veicoli che viaggiavano ben sopra il limite di 90 chilometri orari in vigore in quel tratto di strada. La velocità rilevata sulle auto era da 103 a 109, mentre alcuni camion che dovevano rispettare i 70 km all’ora viaggiavano oltre i 75.

Ma Turiano si affretta a precisare: «La nostra presenza è per garantire la sicurezza stradale e non quella di fare cassa. Tra l’altro, infatti, l’incasso delle multe elevate lungo questo tratto di strada va per il 50% alla Provincia, proprietaria dell’Asse interurbano, e l’altro 50% al Comune di Bonate Sotto».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 6 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA