I ricordi della sera del discorso alla luna Mons. Bonicelli: organizzai una fiaccolata
Il cardinale Angelo Giuseppe Roncalli si intrattiene con un gruppo di bambini a Stezzano (settembre 1956)

I ricordi della sera del discorso alla luna
Mons. Bonicelli: organizzai una fiaccolata

Monsignor Gaetano Bonicelli racconta un retroscena di quel celebre 11 ottobre, la sera di apertura del Concilio, che culminò con il discorso alla luna e la carezza ai bambini

«La peregrinatio della salma di Papa Giovanni è segno di una santità che riverbera. La figura del Papa Santo non resta chiusa fra le mura della Basilica Vaticana, ma viene proiettata all’esterno e con essa il messaggio, l’insegnamento del pontefice». Monsignor Gaetano Bonicelli, arcivescovo emerito di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino, con Papa Roncalli strinse un’amicizia molto forte e racconta un retroscena di quel celebre 11 ottobre, la sera di apertura del Concilio, che culminò con il discorso alla luna e la carezza ai bambini: «Il dott. Livio Labor, responsabile delle Acli, quella sera voleva offrire un omaggio al Papa da parte del mondo del lavoro romano - racconta -. Non si chiedeva nulla che aggravasse la giornata già faticosa del Santo Padre, solo una gioiosa fiaccolata. E la sera un mare di fiaccole riempì Piazza San Pietro».


Leggi i ricordi di monsignor Gaetano Bonicelli acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 31 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA