Presezzo, disarma un rapinatore afferrando la pistola per la canna

Presezzo, disarma un rapinatore
afferrando la pistola per la canna

Colpo fallito in un negozio di giocattoli. Rapinatore bloccato dal titolare e dal figlio.

È entrato nel negozio a volto scoperto, puntandogli contro la pistola. Attimi di paura domenica a Presezzo nel negozio di giocattoli di via Vittorio Veneto ai civici 854-856. Un 37enne milanese, S. B. già noto alle forze dell’ordine, ha tentato una rapina. Ma non ha fatto i conti con la reazione del titolare, Aldo Roncalli, 68 anni, che ha afferrato la pistola per la canna. La sua freddezza e la sua prontezza di riflessi, unita a quella del figlio trentottenne Marco, hanno permesso di sventare il colpo: il rapinatore è rimasto sorpreso dalla reazione e tanto è bastato a Marco per balzargli addosso e bloccarlo.

«È entrato e si è subito diretto verso di me, puntandomi addosso la pistola e gridando: “Dammi i soldi”. Ma mi è venuto istintivo reagire: ho afferrato la pistola per la canna e l’ho stortata». L’arma era una 38 special, carica. Il rapinatore è finito in manette, arrestato dai carabinieri di Bergamo. A lui i militari imputano anche un’altra rapina: sarebbe l’autore del colpo al Despar di Bonate Sotto, dove si sarebbe fatto consegnare 400 euro sempre minacciando i cassieri con la pistola .


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 6 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA