Astra Sports Tourer: la station wagon di Opel

Astra Sports Tourer: la station wagon di Opel

Dopo quella base, Opel presenta la versione station wagon di Astra, la Sports Tourer. Sarà disponibile in due versioni plug-in hybrid fin dall’inizio delle vendite, nel corso del 2022.

Il costruttore di Rüsselsheim vanta una lunga tradizione proprio nelle compatte di successo, iniziata quasi 60 anni fa con la Kadett Caravan. Oltre alla trazione elettrica, la nuova Astra Sports Tourer sarà disponibile con motori benzina e diesel più efficienti. La potenza va da 81 kW (110 CV) a 96 kW (130 CV) nelle versioni benzina e diesel e arriva a 165 kW (225 CV) di potenza di sistema in quelle plug-in hybrid. Il cambio a sei velocità è disponibile di serie in abbinamento ai motori benzina e diesel e quello automatico a otto rapporti (elettrificato sulle versioni plug-in hybrid) è in opzione sui propulsori più potenti. La Sports Tourer misura 4.642 x 1.860 x 1.480 millimetri (lunghezza x larghezza x altezza) e con un’altezza della soglia di carico di circa 600 mm rafforza ulteriormente il peso di Opel nel settore di mercato delle “familiari” e dimostra anche la tipica capacità del marchio di realizzare architetture efficienti.

Nonostante il passo di 2.732 mm, notevolmente più lungo (+ 70 mm) rispetto al modello precedente e superiore di 57 mm nei confronti della 5 porte, la vettura è più corta di 60 mm rispetto al modello che va a sostituire, grazie a uno sbalzo anteriore particolarmente ridotto. Il bagagliaio offre un volume superiore ai 608 litri con i sedili posteriori in posizione e arriva a 1.634 litri con i sedili posteriori abbattuti (uno spazio sufficiente, ad esempio, per caricare comodamente, un trasportino per un cane di taglia media). Quando i sedili posteriori, abbattibili separatamente (di serie nella configurazione 40:20:40), sono ripiegati, il piano di carico risulta completamente piatto. Anche con la batteria agli ioni di litio posizionata sotto il pianale le versioni plug-in hybrid offrono un volume di carico più che rispettabile, sino a 1.574 litri. Si può ottimizzare il volume del bagagliaio delle versioni con motore termico grazie al sistema Intelli-Space, offerto in opzione. Il piano di carico mobile può essere spostato facilmente con una sola mano dalla posizione alta a quella bassa, oppure disposto a un angolo di 45 gradi. Inoltre, per una comodità ancora maggiore, si può riporre la cappelliera retraibile quando il piano mobile è in posizione alta o bassa, a differenza della concorrenza che permette di farlo solo quando il piano di carico è nella posizione superiore. Insieme alla 5 porte, la Sports Tourer è la prima station wagon Opel che interpreta la filosofia stilistica Bold and pure. L’Opel Vizor, il nuovo volto stilistico del marchio, è allungato su tutto l’anteriore e integra tecnologie come i fari anteriori adattivi Intelli-Lux Led Pixel e la telecamera anteriore.

Al posteriore la bussola Opel si ripete con il Blitz montato al centro, la luce di stop posta in alto e le luci posteriori particolarmente sottili. Anche nell’abitacolo il rinnovamento è ben visibile: il Pure Panel completamente digitale offre ai clienti un’esperienza maggiormente intuitiva grazie al grande display touch anche se il climatizzatore può essere ancora impostato con interruttori e tasti fisici. Non servono neppure i cavi, dato che la nuova generazione di sistemi multimedia di infotainment può essere connessa in modalità wireless ad Apple CarPlay e Android Auto attraverso gli smartphone compatibili; il sistema è già disponibile nella versione d’ingresso.

Tra i numerosi sistemi presenti sulla vettura spicca, infine, l’ultima evoluzione dei fari attivi Intelli-Lux Led Pixel che non abbagliano. Il sistema giunge direttamente da Opel Insignia e Opel Grandland, le ammiraglie del marchio, e con 168 elementi Led si pone all’avanguardia delle categorie di mercato delle compatte e delle medie. Chi guida è supportato da sistemi di assistenza all’avanguardia presenti in opzione, dallo Head Up Display all’assistenza semiautomatica Intelli-Drive 2.0. Il dispositivo di rilevamento delle mani sul volante garantisce che il guidatore sia sempre concentrato sulla guida.


© RIPRODUZIONE RISERVATA