Lunedì 20 Dicembre 2010

Un primo piatto?
In Santa Caterina

Basta rispondere a questa domanda: ci facciamo due spaghi? Detto e fatto: si va in Borgo Santa Caterina e ci si ferma al civico 5. Il locale è piccolo e accogliente e la ricetta, così come gli ingredienti, li si sceglie al momento, in una sorta di menù interattivo. Ecco spiegato Primiamori, nuovo locale gastronomico che offre a 5 euro compresa una bibita e un piatto di pasta fumante.

La formula è semplice: solo primi piatti cucinati all'istante e solo con paste fresche e ingredienti di giornata. L'idea è venuta a Luca Carrara, già titolare di attività gastronomiche nella Bergamasca, e Liliana Campos, di origine cubana. «Siamo amici da parecchio e un po' per passione e un po' per l'esperienza di Luca ci siamo sempre dilettati nei primi piatti - spiega Liliana -. Da qui l'idea di creare questo locale, novità assoluta a Bergamo». Solo primi piatti, grazie anche al supporto di Tony Tedesco, cuoco professionista. Sono lui e Luca in cucina davanti ai fornelli ad esaudire le richieste dei clienti che possono mixare più ingredienti a piacimento. «Creiamo una sorta di menù interattivo che cambia ogni giorno - continua Liliana -: abbiamo sempre dei piatti forti come le lasagne, la pasta all'amatricina o al pesto, ma poi diamo al cliente la possibilità di mixare gli ingredienti del giorno che sono a base di verdure, pesce e carne». Si può mangiare nel locale, anche se lo spazio è ridotto, o utilizzare la formula del take away.

«Al momento siamo aperti dalle 11,30 alle 15 e dalle 18,30 alle 23,30, esclusa la domenica a pranzo, ma nei progetti c'è l'orario continuato, per dare la possibilità a tutti di mangiare quando si vuole - continua la titolare -. Un po' come all'estero, come nei paesi latinoamericani». Lo sa bene lei che arriva da Cuba e che vuole portare un po' delle abitudini alimentari nel Borgo d'oro. Intanto il locale funziona: «Ci assaggiano per curiosità, poi tornano e riordinano altri piatti», commenta Luca. Tra i clienti anche molti turisti, con l'Accademia Carrara e la Gamec a due passi e Città Alta vicina: «Crediamo nelle potenzialità di Borgo Santa Caterina e crediamo che questa sia una strada viva, ricca di locali e giovani - conclude Liliana -. Questa idea dei primi piatti è una scommessa anche con la nostra città e con la voglia di sperimentare nuove formule di ristorazione che, a buon prezzo, possano soddisfare tutti».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata