Venerdì 22 Febbraio 2013

Birreria Pozzo Bianco
ritorno alle origini

“Nuova gestione, vecchio stile”: è lo slogan scelto dalla società di amici che hanno deciso di ritirare la gestione della storica Birreria con cucina “Pozzo Bianco”, in via Porta Dipinta a Bergamo Alta, proprio di fronte alla antica e splendida chiesa di San Michele al Pozzo Bianco.

In una palazzo che risale al secolo XV, questo budello dalle antiche volte, con l'aggiunta di una accogliente sala sotterranea, da anni porto accogliente per studenti, turisti e buongustai in genere, torna alle origini dopo una parentesi sfortunata che aveva stravolto l'arredo interno, oggi tornato caldo ed accogliente, con tanto legno che fa rustico-tradizionale e crea intimità. In sala l'accoglienza è affidata a Stefano Tironi, 46 anni, che ha esperienza da vendere, avendo aperto e occupandosi ancora di due locali, uno nel centro commerciale di Curno (Cantina Mariachi, con cucina messicana) e il secondo in quello di Erbusco (Old Wild West, una steak house).

In cucina è Michele Rota, di Palazzago, 33 anni, cuoco dalla mano ispirata, che ha lavorato per tre anni al “Baretto” di San Vigilio e ha avuto diverse esperienze in buoni ristoranti della Sardegna. Al “Pozzo Bianco” – e questa è la prima cosa da sapere – la cucina resta aperta sino all'1 della notte, quindi i nottambuli possono scegliere liberamente dal menù, che prevede anche piatti impegnativi di cucina calda, vedi il filettino di maiale alla birra, gli scarpinòcc di Parre, i paccheri con salsiccia, il cinghiale con polenta, la tagliata San Michele.

Ma l'offerta della nuova gestione spazia su ogni esigenza della giornata: dal pranzo di lavoro (10 euro il piatto unico del giorno, 19 euro il menù degustazione), alle soste veloci per taglieri di salumi e formaggi, pizze, panini, piadine, insalatone e burger (va forte il Ciccio Burger o Burger 3D, più alto degli altri, un po' al sangue, da gustare al naturale o leggermente piccante). Paste ripiene e dolci sono opera diretta dello chef (c'è anche il dolce alla birra, interessante, come il tiramisù cremoso).

Essendo una “birreria con cucina”, la lista delle birre, alla spina o in bottiglia (soprattutto belghe, anche impegnative di abbazia, ma anche italiane e tedesche), è più lunga di quella dei vini, che comunque sono ben rappresentati (tra gli altri i Valcalepio della Cantina Il Calepino di Castelli Calepio). Gli orari di apertura sono ampi ma il grosso del lavoro è dalle 18 alle 02 tutti i giorni. La pausa del pranzo tra le 12 e le 15, tranne il lunedì. Pozzo Bianco birreria con cucina, via Porta Dipinta 30B, 24129 Bergamo, 035.232755, info@alpozzobianco.it

Roberto Vitali

e.roncalli

© riproduzione riservata